Claudio Cardile (PD) - presidente del consiglio comunale di Messina

«Smettiamola di criminalizzare i dipendenti pubblici»: la lettera dei consiglieri a De Luca

Pubblicato il alle

2' min di lettura

«Smettiamola di criminalizzare i dipendenti pubblici» con queste parole il presidente del Consiglio Comunale Claudio Cardile contesta, insieme a 14 dei suoi colleghi, di diversa estrazione politica, le parole pronunciate dal sindaco di Messina Cateno De Luca in riferimento ai dipendenti e dirigenti di Palazzo Zanca.

L’iniziativa sembra nascere a seguito delle ultime esternazioni fatte dal Primo Cittadino, che avrebbe definito “immorali” e “asini volanti” molti dei lavoratori alle dipendenze del Comune di Messina. Pubblichiamo, di seguito, il testo integrale della lettera, recante in calce i nomi dei firmatari.

«Si intende con forza stigmatizzare l’ennesima uscita eclatante del Sindaco De Luca sui Dirigenti Comunali definiti “immorali” ed “asini volanti” (tranne rare eccezioni) – scrive Cardile. Ho avuto modo in questi anni di conoscere personalmente questi dirigenti e, con tutta onestà, non ritengo corretta l’esternazione del Sindaco. Chiaramente non sono tutti uguali, ma questo è nelle cose. Tuttavia definirli addirittura immorali mi sembra inopportuno ed eccessivo».

«In realtà – prosegue – è proprio l’opinione che il Sindaco ha del dipendente pubblico che è distorta (di qualche giorno fa quella sui dipendenti della Città Metropolitana). Questo atteggiamento sta generando un clima di odio nei confronti dei dipendenti-dirigenti pubblici, nonché uno stato d’animo di poca serenità dei lavoratori».

«Questa Presidenza – conclude – non è contraria a perseguire il “fannullone”, ma il luogo comune che tutti siano fannulloni è offensivo e sbagliato nei confronti di chi, invece, il proprio dovere lo fa tutti i giorni. Tra l’altro questi Dirigenti che il signor Sindaco definisce immorali, hanno spesso diversi dipartimenti da gestire e sono un numero davvero irrisorio rispetto alle reali esigenze del nostro comune».

A firmare la lettera sono: Claudio Cardile, Dino Bramanti, Cristina Cannistrà, Giovanni Caruso, Francesco Cipolla, Giuseppe Fusco, Serena Giannetto, Nino Interdonato, Giandomenico La Fauci, Pietro La Tona, Paolo Mangano,Pierluigi Parisi, Francesco Scavello, Alessandro Russo, Antonella Russo, Benedetto Vaccarino.

(376)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.