Reset presenta la sua alternativa: il “Piano di sviluppo decennale”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

ResetReset non si smentisce e, invece di entrare nel gioco delle sterili polemiche, prosegue sulla linea dell’approccio costruttivo. Più che individuare i responsabili del “declino” della città, il movimento riconosce l’importanza di avanzare, al momento, delle proposte concrete che possano essere risolutive. Per questo motivo, sabato 6 Aprile alle 10.00 al “Blackout” di Via S. Elia, di fronte alla ex Chiesa di S. Maria Alemanna, presenterà il “Piano di Sviluppo” alternativo al “Piano di Riequilibrio Decennale”. Dalle 11.30 proseguirà invece l’iniziativa “Incontra reset!”, un appuntamento che vede il movimento impegnato a incontrare, in giro per la città, tutti i cittadini che hanno interesse a trovare una risoluzione alle problematiche che affliggono Messina. «Crediamo che sia dovere della Politica ― dichiarano ―, quella con la P maiuscola, incontrare i Messinesi per sottoporre al loro giudizio il lavoro fatto in quasi due per cambiare la Città». Ecco il calendario degli appuntamenti di questa settimana: Sabato 6 Aprile alle 11.30 – Provinciale (Via Catania di fronte Chiesa S. Maria di Gesù;  alle 17.30 – Tremestieri (davanti al Centro Commerciale); Domenica 7 Aprile alle 11.30 – Annunziata (di fronte C.O.); alle 17.30 – Villaggio Aldisio (Via Andrea di Anfuso). In una nota Reset comunica, inoltre, che Giovedì 4 Aprile è stato inviato al Prefetto il “Protocollo di Legalità e Patto Etico” (proposto da reset! e sottoscritto dai movimenti “Sicilia Attiva”, “Italia Vera”, “Progetto Nuova Italia” e dall’Associazione “Cameris”). E a tal proposito, conclude con una dichiarazione: «Come si noterà nessun partito e, ancora più strano, nessun altro movimento che si professa civico, pensiamo soprattutto a quelli che hanno già espresso una candidata o un candidato a Sindaco, hanno scelto né di aderire né di confrontarsi con noi sui contenuti e gli obiettivi del protocollo».

(37)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.