IMG 0270

Quei cartelloni pubblicitari al centro del marciapiede. La denuncia del consigliere Alessi

Pubblicato il alle

2' min di lettura

IMG 0270Piazzati al centro del marciapiedi lungo il viale Regina Margherita, lato mare, i cartelloni pubblicitari che rendono il percorso dei pedoni “a ostacoli”, nel migliore dei casi.

Già, perché se a dover passare è una sedia a rotelle, oppure una carrozzina con un bimbo a bordo, l’unica soluzione resta la strada. Solo da lì, infatti, potrebbero passare i diversamente abili e le mamme con bimbi a seguito. Peccato che, oltre a non essere sicuro, non ci siano scivoli di sorta.

La denuncia di questa “anomalia”, sul centrale e trafficato Viale Regina Margherita, tra l’intersezione con Via Duca d’Aosta e quella con Via Argentina, è del consigliere della V circoscrizione, Giuseppe Alessi.

“La collocazione di tali installazioni è palesemente irrazionale- scrive Alessi- in quanto sono state poste esattamente al centro del marciapiede, impedendo la deambulazione ed il semplice passaggio non soltanto a pedoni normoabili, ma anche e soprattutto a persone con difficoltà deambulatoria, a portatori di handicap e a quanti necessitano di strumenti a sostegno della propria camminata”.

Il consigliere chiede, inoltre “Chi ha autorizzato, e se è autorizzata, l’installazione dei pannelli pubblicitari nel tratto di Viale Regina Elena interessato. Come intendano procedere per rimuovere al più presto tale evidente impedimento alla deambulazione, irrispettosa dei diritti dei portatori di handicap, visibilmente ostacolati nel cammino, e contraria alle normative di settore, che obbligano le Amministrazioni locali a rimuovere gli ostacoli e gli impedimenti alla normale deambulazione dei soggetti portatori di disabilità”. Con la interrogazione, vorrebbe inoltre sapere Alessi, “Se è in Loro conoscenza lo stato dell’arte delle collocazioni pubblicitarie attualmente presenti sul territorio di questa V Circoscrizione, specificamente se sono a conoscenza di altre collocazioni potenzialmente d’impedimento alla deambulazione dei soggetti portatori di disabilità, segnatamente in concomitanza di attraversamenti pedonali, scivoli pedonali, strisce pedonali e – laddove siano noti a codesto Assessorato – quali siano gli interventi predisposti per la loro rimozione”.

Saranno i destinatari dell’interrogazione, Morabito (presidente della V circoscrizione), Pino (assessore al Patrimonio) e il dirigente del Dipartimento Affissioni e Pubblicità, a dovere dare, a questo punto, delle risposte. 

(270)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.