Rendering virtuale ponte sullo Stretto di Messina

Ponte sullo Stretto, Salvini: «Avvio dei lavori entro due anni con coinvolgimento UE»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Lunedì nella manovra di bilancio il provvedimento per la riattivazione della società Stretto di Messina, poi l’avvio dei lavori per il Ponte entro due anni. Questi gli annunci principali fatti ieri dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, per quel che riguarda Sicilia e Calabria. «Sarà un esempio del genio italiano – afferma il Leader della Lega – perché, se sarà come sarà, sarà il Ponte a campata unica più lungo al mondo. L’Italia tornerà un punto di attrazione».

Giornata cruciale lunedì 21 novembre per il Governo Meloni che metterà insieme la prima legge di bilancio dell’esecutivo insediatosi il 23 ottobre 2022. E nella manovra – che ha a disposizione circa 30 miliardi – ci sarà ampio spazio anche per il Ponte sullo Stretto di Messina, cavallo di battaglia del centrodestra nel Sud Italia. A spiegare quali sono le intenzioni del Governo è il Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Matteo Salvini, che già aveva dato qualche anticipazione nel corso di un webinar organizzato da UniMe nei giorni scorsi.

Il primo passo è quello di riattivare la società Stretto di Messina, in liquidazione da 9 anni: «Lunedì in Consiglio dei Ministri – ha detto il Leader della Lega a margine della cerimonia di riapertura al traffico del ponte monumentale di Ariccia – verrà riattivata la società Stretto di Messina. Conto che in questa legislatura partano i lavori, però serve anche l’Alta velocità. Nessuno può promettere un Ponte in 5 anni con una campata unica di 3,3 chilometri con costi notevoli. Sarò il 5 dicembre a Bruxelles per chiedere che l’Europa faccia la sua parte, partecipi al finanziamento di un progetto che è europeo, quella non è la Messina-Reggio Calabria ma la Palermo-Berlino».

A commentare, il senatore messinese della Lega, Nino Germanà: «Una risposta a chi pensava che quelli della Lega erano solo slogan elettorali. Vogliamo far partire i lavori del Ponte sullo Stretto e vogliamo farlo il più presto possibile perché rappresenta un’opera fondamentale non solo per la Sicilia e la Calabria ma per tutta Europa. Non sarà il Ponte che collegherà Messina a Reggio Calabria ma il Ponte che collegherà Berlino e Trapani. Noi ci siamo e siamo pronti a passare dalle parole ai fatti». Ora non resta che attendere lunedì per la conferma.

 

(126)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.