Petizione contro i ricorsi elettorali, David: “Calabrò non può scegliere di ritirarli autonomamente”

Calabrò GazeboUn gruppo di cittadini sta raccogliendo le firme per chiedere al candidato sindaco di centrosinistra, Felice Calabrò, di far ritirare i due ricorsi contro l’elezione del sindaco Accorinti. I due ricorsi chiedono di ricontare le preferenze visto che al primo turno, per soli 59 voti, l’ex capogruppo del Pd non diventò primo cittadino pur annunciando prima del ballottaggio di rinunciare a qualsiasi strada giudiziaria elettorale. Oggi, in una lettera aperta, il capogruppo del Pd Paolo David, sostenuto anche dal collega della Felice per Messina, Giuseppe Santalco, ha scritto: “In qualità di capogruppo del Pd mi sento in dovere di rammentare che Felice Calabrò non è sindaco di se stesso bensì di quel 49,94% di messinesi che il 9 e 10 giugno si è recato alle urne e ha espresso la propria preferenza”. “Quella del ricorso – prosegue David – non è una scelta che Calabrò può fare autonomamente. Lui ha il diritto e il dovere di rispondere a chi lo ha votato, di tutelare tutti quei cittadini che hanno creduto e che credono ancora nella sua elezione”.

(63)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *