Pd: salta l’assemblea provinciale del 31 marzo. Per Raciti pronto il commissariamento e le dimissioni di Ridolfo

fausto raciti PdSalta l’assemblea provinciale del Pd convocata per il 31 marzo. Oggi, di fatto, l’ufficialità. Il deputato regionale Filippo Panarello ha confermato che l’incontro non si terrà a meno di sorprese clamorose dell’ultima ora perché l’assise dev’essere convocata almeno cinque giorni prima e non è stato comunicato nulla. Nel finesettimana, a quanto pare, è previsto, ma senza taccuini e telecamere, il ritorno a Messina del segretario regionale Fausto Raciti per fare il punto della situazione con le varie correnti del partito.

Oggi Raciti, al quotidiano La Repubblica, ha annunciato il commissariamento del partito messinese e le prossime dimissioni del segretario provinciale Basilio Ridolfo, frutto dell’accordo tra i parlamentari Panarello, Laccoto e Francantonio Genovese. L’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto il deputato nazionale ha “sconvolto” i piani di possibili accordi assembleari che dovranno portare all’elezione del presidente dell’assemblea e della direzione provinciale. C’è il gruppo Genovese che vorebbe mantenere l’accordo, i Civatiani che sostengono che il problema non è Ridolfo ma la mancata riorganizzazione generale del partito e della sua classe dirigente provinciale e i Renziani locali che con Alessandro Russo, restano nelle posizioni più forti e sollecitano l’espulsione dal partito di Francantonio Genovese, le dimissioni o l’azzeramento di Ridolfo per una nuova segreteria e ripartire totalmente da zero nella ricostruzione del partito messinese. I Renziani hanno già reso noto un ordine del giorno molto inflessibile sui provvedimenti da adottare, tra gli altri punti come sono state gestite le spese del partito. @Acaffo

(45)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *