Pd, Liliana Modica: “Scindiamo le indagini su Genovese dalla politica del partito”

Liliana ModicaNel dibattito sul futuro del partito democratico messinese interviene con una nota l’ex assessore comunale e componente dell’assemblea regionale del Pd, Liliana Modica, che scrive:

“Un amico mi ha chiesto: “Oggi Berlinguer strapperebbe la tessera del Partito Democratico?”. Ho risposto senza nessuna esitazione che un gesto del genere, per chi  ha inteso la Politica come la più nobile delle attività umane, sarebbe stato assolutamente inaccettabile. Capisco l’evidente smarrimento di tutti noi, militanti  iscritti ed elettori, dopo quanto è accaduto. Il Partito Democratico è tramortito, balbetta, è alla ricerca di una strada percorribile, credibile. Da mesi è assente, o quasi,  dal dibattito pubblico sui grandi temi che toccano la città, si presenta sfilacciato senza una linea comune, senza un progetto di lungo respiro, capace di dare risposte al malessere dei cittadini. Troppi mesi sono trascorsi nel tentativo di mettere insieme un gruppo dirigente che avviasse un percorso, che riallacciasse un dialogo con la città e la provincia. Ma chi ha praticato con passione la Politica, chi ha creduto fortemente che essa potesse e avesse il dovere di mettersi al servizio della collettività, chi è convinto che solo la buona politica sia capace di cambiare il destino di una comunità, non può arrendersi  e ha il dovere morale di impegnarsi per trovare la soluzione per uscire dallo sbigottimento collettivo. Bisogna trovare nei valori fondanti del Partito Democratico la strada maestra  per dare sostegno a coloro che hanno sempre creduto che il consenso elettorale dovesse essere la risposta dei cittadini a chi  ha  operato per il bene comune. Di fronte alla grave crisi economica e morale che investe la società nel suo complesso la politica non può rinunciare a dare risposte, non può ridursi ad un chiacchiericcio inutile, deve invece immergersi con passione nella realtà, entrare nella vita e nei problemi quotidiani dei cittadini per proporre soluzioni ed alleviare le sofferenze e la disperazione dei tanti “invisibili” che si celano dietro una percentuale: giovani disoccupati, famiglie disperate. “Sotto il chiacchiericcio c’è la vita, che troppo spesso ci dimentichiamo di vivere”. Il Partito Democratico ha risorse umane e morali che hanno creduto e continuano a credere in un progetto riformista, innovatore e di cambiamento che sul rigore morale fonda la sua azione politica. Bisogna scindere, in questo momento, il piano giudiziario delle indagini che riguardano l’on. Genovese, da quello della politica; uscire dalla confusione che sovrappone i due campi, perché l’uno si fonda su un giudizio sul singolo, l’altro investe il partito nel suo complesso e nella molteplicità di soggetti che in esso hanno ben operato. Chi ha guadagnato, come me, il consenso dei suoi concittadini per il lavoro svolto nella qualità di assessore alla Pubblica Istruzione, ma ha trovato nel gruppo dirigente un’ipocrita considerazione e una cinica e calcolata esclusione da successivi ed importanti incarichi politici lavorerà per un partito diverso, un Partito Democratico dei Valori, costruito sul merito e sulle capacità, motore propulsivo della buona politica che opera e progetta il futuro nell’interesse esclusivo della sua Comunità”. 

(169)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *