La Terza Circoscrizione chiede l’appoggio di Croce per la rivalutazione delle memoria storica del Quartiere Americano

Pubblicato il alle

2' min di lettura

b 730 2148c897-6bf2-4951-a9d9-75db9cb0cf17Cosa rimane della passata gloria di quello che noi oggi conosciamo come Quartiere Americano? A parte una targa con la denominazione, poco è rimasto del ricordo di un luogo, che in passato, è stato di vitale importanza per la città. È quanto ci fa saper il Consigliere della terza circoscrizione, Santi Interdonato: «Questa fetta di territorio appare, ormai, alquanto anonima, poiché dalla seconda ricostruzione, quella del dopoguerra, è di fatto sorto un grande quartiere dormitorio ove mancano del tutto spazi pubblici destinati ad attività sociali». Il luogo prima frequentato da personalità come Salvatore Quasimodo, Giorgio La Pira, Giovanni Rappazzo, inventore del cinema sonoro, e le sorelle Mangano, famose stiliste dell’epoca e punto in cui sorgevano le maggiori scuole messinesi, la caserma dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri, le maggiori chiese, la Questura, la Camera del Lavoro e la Corte d’Assise è ora delimitato, a monte, dalla linea tranviaria che non ne facilita l’accesso. Proprio sulla base di questi elementi si fonda il progetto elaborato dagli architetti  Alessandra Malfitano e Michele Palamara, il cui obiettivo è quello di riqualificare il quartiere dal punto di vista urbanistico-ambientale e di avviare un rilancio che abbia effetti positivi sotto il profilo sociale, culturale e commerciale, seguendo la scia del recupero della memoria storica del Quartiere Americano. Il progetto prevede la pedonalizzazione dell’area circostante, la realizzazione di 4 piazze tematiche dedicate a Moda, Cinema, Letteratura ed Artigianato, un percorso museale lungo il Viale S. Martino, dotato di pannelli fotografici, un info-point che fornirà notizie sulla storia del quartiere. La terza circoscrizione chiede, così, al commissario Croce di valutare con attenzione l’ipotesi progettuale che intende restituire il decoro a un’area, che pur facendo parte del centro cittadino, risulta essere complessivamente dequalificata e poco curata. 

(74)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.