L’appello del sindaco di Barcellona, dopo l’omicidio Perdichizzi

Pubblicato il alle

2' min di lettura

collicaL’omicidio di ieri di Giovanni Perdichizzi è il secondo in un mese a Barcellona Pozzo di Gotto, il sindaco della città del Longano, Maria Teresa Collica, in una nota, preoccupato ha spiegato: “Gli ultimi tragici episodi verificatisi a Barcellona Pozzo di Gotto rischiano di far presagire una nuova escalation di omicidi. La circostanza che la mafia sia disposta a portare a segno delitti plateali, in pieno giorno, contravvenendo alle regole opportunisticamente scelte della invisibilità e della sommersione, fa pensare all’assestamento di nuovi equilibri. I Barcellonesi, però, non possono più sentirsi sotto assedio, specie nel momento in cui i vertici del Gotha mafioso sono in carcere. Occorre pertanto un segnale forte e tangibile della presenza dello Stato. La legalità deve essere a Barcellona Pozzo di Gotto un punto di non ritorno, per questo lancio un appello agli organi di governo nazionale e regionale di immediata attenzione per questa città”.
“La richiesta, – ha detto ancora Collica – già emersa nel comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico tenutosi di recente proprio a Barcellona Pozzo di Gotto, di adeguare uomini e mezzi delle forze dell’ordine alla grave situazione locale diventa a questo punto ancora più stringente e indifferibile. La sete di giustizia e di legalità di questa città non può e non deve rimanere inascoltata.
Ho grande fiducia nella magistratura e nelle forze dell’ordine che hanno già dimostrato in tante circostanze di avere competenza e professionalità. E’ necessario conoscere in fretta la dinamica di questi omicidi, il movente e gli esecutori, per restituire serenità ad un intero territorio che altrimenti rischia di ripiombare nell’insicurezza e nella paura”.

(60)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.