Infrastrutture in Sicilia: assegnati 26 milioni di euro a Messina per la via del mare

tir messinaPer il collegamento viale Gazzi-approdo Fs, passando da via don Blasco, sono stati assegnati 26 milioni di euro, così da risolvere il problema dei tir che attraversano la citta’.
Finanziamento che rientra nell’ambito degli investimenti nei settori delle opere pubbliche e del project financing per cui la Regione, con tre delibere, ha sbloccato per l’intera Sicilia risorse finanziarie per un totale di 501 milioni di euro.
Le tre delibere, approvate dalla giunta regionale su proposta dall’assessore alle Infrastrutture Nino Bartolotta, prevedono inoltre una ricaduta occupazionale di 8.500 addetti, di cui 6.000 diretti e 2.500 nell’indotto. Lo ha reso noto oggi il presidente di Ance Sicilia, Salvo Ferlito, nel corso di un convegno a Catania. La piu’ corposa delle tre delibere vale 313 milioni, ed è quella in cui è inserito il finanziamntro per Messina. La somma verrà ripartita con piano di interventi per la ristrutturazione e riqualificazione del trasporto merci siciliano, previsto dalla legge 388 del 27 dicembre 2000. Vengono recuperati 241 milioni di fondi statali cui aggiunge il 30% di finanziamento regionale. Gia’ assegnate le somme per le prime due opere: 115,8 milioni per il collegamento statale 115 – autoporto di Vittoria – aeroporto di Comiso – statale 114, che permette di fare rientrare lo scalo comisano tra quelli di interesse nazionale, e 26 milioni per il collegamento viale Gazzi-approdo Fs per via don Blasco a Messina, in modo da risolvere il problema dei tir che attraversano la citta’.

(45)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *