Il regolamento Tares diventa esecutivo. Nella notte il via libera dal Consiglio comunale

consiglio comunaleIl regolamento della Tares, la nuova tassa sui rifiuti entra in vigore. Nella notte l’aula ha dato l’ok all’atto che prevede tra gli altri punti la premialità per chi farà la raccolta differenziata dei rifiuti, la divisione in tre rate dei pagamenti (la prima si pagherà tra un mese e le altre nel 2014) e nuovi sistemi per le utenze non domestiche, come il porta e porta. Tutto questo affinché i cittadini e i commercianti possano risparmiare e Palazzo Zanca ridurre le spese per trasporto e smaltimento dei solidi urbani. Con la Tares, infatti, il costo complessivo della gestione dei rifiuti non sarà diviso con il Comune, come succedeva con la Tarsu, ma sarà a totale carico del contribuente. Unica contraria la consigliera di Cambiamo Messina dal Basso, il movimento del sindaco Accorinti, Nina Lo Presti. Il Megafono ha abbandonato i lavori mentre tutti gli altri partiti, a cominciare dai capigruppo, hanno dimostrato grande senso di responsabilità in un momento molto delicato per il Comune con le casse in profondo rosso. La giunta comunale, adesso, dopo polemiche e tira e molla delle scorse settimane, dovrà approntare il piano tariffario per famiglie ed esercizi commerciali. Il regolamento è frutto del lavoro condiviso tra amministrazione e la maggioranza del Consiglio.

(71)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *