III Quartiere

Il Comune paga la decurtazione del 30% a ex e attuali presidenti di Quartiere. Le cifre

Pubblicato il alle

2' min di lettura

III QuartiereDopo l’ex giunta Buzzanca e i consiglieri comunali dell’epoca anche ai presidenti di Quartiere della precedente consiliatura e agli attuali l’amministrazione storna le somme non versate per lo sforamento del Patto di stabilità 2012. Queste le cifre agli ex presidenti che sono già state pagate: Giovanni Culici del I Quartiere 5.207,04 euro, Giovanni Di Blasi del II 10.287,84 euro, Giovanni De Salvo del III 10.319,40 euro, Enrico Ferrara del VI 5.207,04 euro, Alessandro Russo del V 10.287,84 euro, Francesco Palano Quero (confermato alla Quarta circoscrizione) 10.256,28 euro. La somma totale per gli ex presidenti è di 51.565,44 euro. Anche per gli attuali presidenti di Quartiere sarà restituita la decurtazione del 30% dal 5 luglio scorso al 31 dicembre 2013: Lino Cucé del III Quartiere dovrà ricevere 2.449,25 euro, Orazio Laganà del VI 2.468,20 euro, Vincenzo Messina del I 1.234,05 euro, Santino Morabito del V 2.468,20 euro, Francesco Palano Quero del IV 2.575,50 euro. Il solo Antonino Zullo del II Quartiere dovrà invece restituire al Comune 1.416,27 euro. Il 26 settembre scorso il segretario generale del Comune Antonio Le Donne aveva rideterminato le indennità di carica ad amministratori comunali, consiglieri ed esponenti dei Quartieri per effetto della sentenza della Corte Costituzionale n. 219 del 19 luglio 2013 e i gettoni di presenza dei consiglieri anche per quanto disposto dal XV censimento della popolazione. La Consulta aveva deciso per l’inapplicabilità delle sanzioni al Comune che erano state previste nel 2012. Le Donne ha quindi dato il via libera ai pagamenti arretrati che erano già stati disposti per l’ex giunta Buzzanca e per il Consiglio eletto per il mandato 2008-2013. @Acaffo 

(90)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.