Giovani Pd Mare di Idee

Gruppi del Pd organizzano l’assemblea di venerdì: “Vogliamo un nuovo partito democratico”

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Giovani Pd Mare di IdeeNel partito democratico la resa dei conti, dopo la sconfitta al ballottaggio di Felice Calabrò, non si è chiusa con l’assemblea provinciale. Varie “anime” del partito, quasi tutti giovani, rilanciano e questa mattina hanno presentato alla stampa l’assemblea aperta a tutti gli iscritti, ma anche ai non iscritti, per proporre, criticare ma soprattutto per cambiare il Pd. L’appuntamento è per venerdì prossimo alle 18 al Lucky Beach Bar a Contemplazione. La manifestazione ha per titolo “Un mare di idee”. Tra gli organizzatori l’ex segretario comunale Giuseppe Grioli, i Renziani Francesco Palano Quero e Alessandro Russo, Armando Hyerace. Proprio quest’ultimo ha aperto oggi gli interventi: “E’ necessario azzerare tutto e ripartire, siamo aperti a tutte le idee, anche e soprattutto alle critiche e ai delusi della gestione del partito, non vogliamo “scontri”, vogliamo “costruire”. Quero, che è anche presidente del IV Quartiere, è stato più critico: “Vogliamo un Pd che segua altri metodi rispetto al passato, basta logiche fatte di tessere e clientele, abbiamo in questo nuovo gruppo punti di vista differenti e storie politiche diverse ma abbiamo fatto sintesi, dobbiamo aggregare il consenso sulle idee, ci rivolgiamo anche a pezzi di partito che ancora non sono venuti fuori per dire la loro, vogliamo essere da stimolo per l’amministrazione Accorinti e non chiuderci a riccio”. Invitato all’assemblea di venerdì anche il reggente provinciale del partito, Giuseppe Lupo, che è pure segretario regionale del Pd. Piero David: “Questa è la fase più importante per il Pd nazionale e per quello locale, tutta la città dovrà dire cosa ne sarà del partito democratico, vogliamo dare anche dei suggerimenti a Lupo”. Grioli: “Molti elettori e molti amici mi dicono che non ne vogliono più sapere di questo Pd, c’è una distanza netta tra il gruppo dirigente e la base e di questo mi scuso perché sono stato segretario cittadino e non ho compreso cosa stava succedendo, faccio autocritica ma non è più tempo di divisioni e veleni, il miglior alleato di Accorinti è stato il percorso scelto dal Pd e dal centrosinistra in questi ultimi anni, serve slancio e una nuova organizzazione proprio adesso che il Pdl è in crisi come il Movimento Cinquestelle, nessuno di noi cerca posti al sole, vogliamo confrontarci”. Giuppi Siracusano: “Il nostro obiettivo è far diventare il Pd un vero partito di massa, saranno ben accette le critiche per far crescere il partito democratico affinché sia davvero democratico”. Alessandro Russo: “Siamo per un rinnovamento che miri a costruire, noi rappresentiamo la proposta migliore e più credibile che ha oggi il Pd messinese che dovrà diventare inclusivo, in questi anni il Pd è stato un partito di eletti e chiuso, lancio un appello a tutti, venite e proponete, non temiamo contestazioni”. Sul ricorso elettorale Quero ha criticato Felice Calabrò: “Il ricorso è politicamente inopportuno, Calabrò doveva fare quello che ha detto dopo il primo turno, dovrebbe prendere le distanze da chi lo ha formalmente proposto”. Hyerace sul ricorso: “Elettoralmente è sacrosanto e legittimo ma siamo fortemente in imbarazzo per le affermazioni di Calabrò dopo il primo turno”. @Acaffo

(47)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.