Genovese esorta la Rodriquez Cantieri-Navali a garantire il futuro dei dipendenti e dell’azienda

genoveseLa Rodriquez-Cantieri Navali e la sorte dei dipendenti, legata alle scelte dell’Azienda, sono uno dei casi “scoppiati” in città. I lavoratori, in cassa integrazione da quattro anni, continuano a rimanere nel limbo. Sulla questione si esprime l’onorevole Francantonio Genovese: «L’utilizzo di ammortizzatori sociali, è divenuto, per i lavoratori messinesi, un tunnel senza uscita; una soluzione che sarebbe dovuta essere transitoria e di accompagnamento, per la sua stessa natura, si è trasformata in uno status quo di dubbia valenza giuslavorista e di sicura inopportunità etica». «Lasciare famiglie nell’incertezza — prosegue Genovese —, rappresenta un lento stillicidio che paralizza le sorti di chi si trova coinvolto e, conseguentemente, paralizza le sorti di un intero sistema aziendale, gestionale ed economico. La Rodriquez ha il dovere di dare delle risposte; deve fare chiarezza, lo deve ai lavoratori in cassa integrazione, lo deve a tutta la realtà d’impresa che teme per le sorti dell’intero stabilimento cittadino». I lavoratori — sottolinea Francantonio Genovese — non sono una categoria astratta ma persone reali con una storia e con delle vicissitudini concrete. «Semplificare è la tendenza attuale, quando ci si trova innanzi a situazioni di difficile soluzione. Chiediamo, che l’Azienda intervenga su quello che non vorremmo diventi “l’ennesimo caso Messina”. È necessario che la Rodriquez, nelle sue componenti dirigenziali — conclude l’onorevole —, si pronunci sugli intenti; solo allora si potrà porre in essere una pianificazione concertata e congiunta, che permetta all’Azienda di garantire i suoi dipendenti e alla città di non vedere estinta un’altra delle sue storiche roccaforti d’impresa».

(41)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *