Garofalo sulla soppressione dell’Autorità Marittima: “Non saremo timorosi nel sostenere le nostre ragioni a Roma. I sindacati facciano la loro parte”

Pubblicato il alle

1' min di lettura

garofalo“La soppressione dell’autorità marittima di Messina ed il trasferimento delle relative competenze a Reggio è frutto di una iniziativa del Governo non condivisa né condivisibile, perché non apporta alcun vantaggio nell’ottica della “spending review” e rappresenta soltanto uno smacco alla nostra città”. Così il deputato Vincenzo Garofalo commenta la notizia del trasferimento delle funzioni spettanti all’Ente guidato dal comandante Samiani, alla Direzione marittima di Reggio Calabria, secondo quanto previsto dall’art. 7 del ddl stabilità.
“Da quando ho avuto la prima bozza del ddl- sottolinea il deputato- sono in contatto con il comandante Samiani e con rappresentanti del Governo. Non saremo- conclude Garofalo- disattenti né timorosi nel sostenere le nostre ragioni, al fine di scongiurare la soppressione dell’ente, soprattutto tenendo conto del fatto che il sistema VTS è da sempre attivo a Messina, a Forte Ogliastri, e non vi è alcuna logica che ne giustifichi il trasferimento. Ci aspettiamo in questa battaglia che anche i sindacati facciano la loro parte”.

(34)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.