Fabio D’Amore “rompe” con Lombardo:”L’alleanza con Lega Nord non tutela il Meridione”

“Noi restiamo fedeli alle ragioni del popolo siciliano e per questo ci riconosciamo nelle posizioni dell’Onorevole Giuseppe Picciolo sostenendo con convinzione “Il megafono – Lista Crocetta”.
In seguito agli apparentamenti per le elezioni nazionali, il movimento Risorgimento Messinese, non condividendone la linea politica, ha rappresentato al Presidente del Partito dei siciliani-MPA, Onorevole Raffaele Lombardo, le proprie perplessità circa un’alleanza con quelle forze di partito che con le loro scellerate gestioni hanno determinato la rovina del governo nazionale, del governo regionale e che hanno fatto toccare il fondo alla città ed alla provincia di Messina.

“Forze politiche – ha sottolineato il fondatore di Risorgimento Messinese, Fabio D’Amore – aspramente combattute al suo fianco, in tutte le sedi, nell’ultimo quinquennio, avendo sempre avuto come primo obiettivo il bene dei siciliani. Per tale motivo – prosegue D’Amore – abbiamo deciso di rompere l’alleanza federativa con il Partito dei Siciliani- MPA (con il quale abbiamo condiviso fino alle ultime elezioni regionali le scelte e le battaglie) non vedendo come Lombardo possa tutelare il Meridione, diventando invece strumento utile solo ad ingrassare gli interessi della Lega nord”.

Il movimento, che fa riferimento alle posizioni di Fabio D’Amore continua quindi coerentemente la sua attività in quell’area nella quale ha sostenuto le sue battaglie, e si colloca vicino alle posizioni dell’Onorevole Giuseppe Picciolo, capogruppo dei Democratici Popolari Riformisti e del Presidente Crocetta, che sta portando avanti le ragioni dell’autonomia siciliana e dei suoi territori, rappresentandole con forza e determinazione ai più alti livelli della politica nazionale ed europea.

Pertanto domani sera alle 20.30 ,al teatro Vittorio Emanuele, Risorgimento Messinese sarà presente all’incontro con il Presidente Crocetta a sostegno della lista “Il megafono- Lista Crocetta”.

(50)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *