Ente Teatro: Il Pdl invoca coesione tra forze politiche per ottenere più risorse dalla Regione

teatro v.e“Un’azione comune della città per ottenere il conferimento all’Ente Teatro di maggiori risorse economiche da parte della Regione”. A chiederla i vertici del Pdl messinese che danno, sin da subito, la propria disponibilità a programmare ed organizzare insieme con tutte le altre forze politiche cittadine “un’azione seria e responsabile, decisa e immediata, al fine di incidere sul bilancio attualmente in discussione all’Ars, affinché sia possibile predisporre una programmazione artistica di livello, come meritano la città dello Stretto, il suo pubblico ed i suoi artisti”.

Facendo seguito all’appello lanciato dal Consiglio di Amministrazione dell’Ente Teatro, il Pdl messinese promuove un intervento sulla Regione che non si limiti alle singole forze politiche, ma che si avvalga di una massiccia ed efficace azione comune dal momento che “la cultura-sottolineano i dirigenti del pdl- è patrimonio di tutti, senza etichette alcune ed una presa di posizione decisa e coesa è necessaria alla luce della situazione di incertezza economica dell’Ente e delle preoccupazioni generate dalle previsioni del bilancio regionale che vedrebbero ridursi a 4 milioni di euro il contributo previsto per legge. E’ vero- continuano- che tagli ai finanziamento sono stati previsti per tutte le Istituzioni di Spettacolo ma è anche vero che questi tagli penalizzino in misura maggiore Messina rispetto a Catania e Palermo e questo nonostante l’Ente messinese, negli anni, non abbia mai prodotto bilanci in rosso e si sia attenuto, fin dalla sua fondazione, ad una sana programmazione finanziaria! Con questa cifra- concludono- è impossibile programmare l’attività artistica e si mette a rischio il posto di lavoro dei dipendenti senza considerare le ricadute negative sull’indotto economico: artisti, tecnici, maestranze in genere che gravitano intorno alle produzioni artistiche.
L’Ente Teatro di Messina- concludono- è un’istituzione unica sul territorio, che fornisce un servizio culturale e di spettacolo fondamentale per la vita civile e sociale della cittadinanza. Una istituzione che tutti insieme dobbiamo prendere l’impegno di salvaguardare”.

(41)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *