Boldrini (Sel): «No al Ponte. Sì a infrastrutture più adeguate per la Sicilia»

lauraboldrini«In Sicilia la viabilità è all’anno zero: strade franate, ponti crollati, autostrade piene di interruzioni per lavori in corso che non finiscono mai. È assurdo che per fare il tragitto da Agrigento a Sciacca, 60 chilometri sulla statale 115 che normalmente si percorrono in 40 minuti, siano necessarie due ore e mezza». Lo ha detto Laura Boldrini, ex Portavoce dell’Agenzia Onu per i Rifugiati, oggi candidata alla Camera dei Deputati per Sinistra Ecologia Libertà, nel corso della conferenza a stampa di presentazione del programma che si è tenuta questa mattina a Messina. «Il crollo improvviso del ponte sul fiume Verdura, avvenuto tre giorni fa per l’erosione di un pilone, obbliga i cittadini a disagi insostenibili — ha aggiunto —. Il sistema dei trasporti nell’isola è in costante degrado. Invece di investire risorse astronomiche per un’opera rischiosa e inutile come il Ponte sullo Stretto sarebbe utile, opportuno e giusto, per migliorare le condizioni di vita dei siciliani, occuparsi della manutenzione delle strade, della messa in sicurezza del territorio, del potenziamento dei porti e degli aeroporti, così da collegare la Sicilia all’intera area del Mediterraneo. Infrastrutture adeguate dovrebbero essere il presupposto essenziale per uno sviluppo sano del Mezzogiorno».

(40)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *