Attraversamento dello Stretto e continuità territoriale: se ne discute a Roma

strettotrasportiLa problematica dell’attraversamento dello Stretto fa ancora discutere. È necessari districare i nodi per offrire una corretta continuità che possa agevolare l’utenza delle due sponde. A seguito della convocazione da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per analizzare e discutere la problematica relativa all’attraversamento dello Stretto si è tenuto, a Roma, un incontro tra i dirigenti del dicastero e l’assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, in rappresentanza anche del collega siciliano Antonino Bartolotta, il sindaco di Messina Renato Accoriniti, il primo cittadino di Villa San Giovanni Rocco La Valle e il commissario straordinario di Reggio Calabria, Carmelo La Paglia.

Nell’ambito della riunione sono state valutate a fondo le diverse opzioni e le varie possibilità, alla luce dell’imminente scadenza dei termini fissata per il 31 dicembre 2013, per proseguire il servizio senza soluzione di continuità e incrementare l’offerta di trasporto tra Calabria e Sicilia, al fine di soddisfare l’elevata richiesta di mobilità che si registra nell’area dello Stretto.

I rappresentanti istituzionali impegnati su più fronti per dirimere la situazione hanno ribadito più volte la necessità di arrivare presto a una conclusione efficace della vicenda che permetta di mettere a punto un sistema di trasporto integrato nell’area dello Stretto nel lungo periodo. In particolare, è stata avanzata ai vertici del ministero la richiesta dell’inserimento, nel prossimo bando di gara, di un’agevolazione tariffaria per i residenti. Il prossimo incontro a Roma si terrà tra quindici giorni per valutare lo stato di cose e avviare al più presto tutte le procedure utili a intraprendere un percorso verso una positiva soluzione.

(39)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *