renato accorinti e cateno de luca

Accorinti: «De Luca varca il limite». Lo scontro passa in mano agli avvocati

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Le parole del sindaco Cateno De Luca, che ha definito ieri l’ex giunta Accorinti una “associazione a delinquere”, non sono andate giù a MessinAccomuna che annuncia di aver consegnato le dichiarazioni del primo cittadino in mano agli avvocati. Una scelta arrivata perchè «in uno dei suoi soliti post rabbiosi De Luca varca il limite» – si legge nella nota ufficiale di MessinAccomuna. «Le associazioni a delinquere non si dichiarano ai giornali, non si postano su FB; si denunciano in Procura. Se si tratta di una provocazione, non è tollerabile. Queste gravissime accuse sono state consegnate ai legali per gli opportuni passaggi».

Alla base dello scontro De Luca e l’amministrazione Accorinti ci sarebbe la richiesta di MessinAccomuna di organizzare un confronto pubblico sul delicato tema dei bilanci del Comune di Messina. Un confronto che, secondo alcuni ex assessori della scorsa amministrazione, potrebbe essere utile per far luce su alcune dichiarazioni fatte in queste settimane dal primo cittadino ma rimandato da De Luca alla prossima settimana per via dei numerosi impegni istituzionali.

«Quanto al confronto sui bilanci da lui non accolto fino a sabato scorso, De Luca replica il copione delle “irrevocabili” scadenze immancabilmente spostate e annullate: pretende di spostarlo a quanto non serve più, ossia dopo le votazioni sul riequilibrio finanziario. Nessuno vuole commentare a babbo morto partite già giocate. Il confronto (coi tecnici e non con altri) deve servire alla città e realizzarsi prima del “salvamessina”, non dopo. De Luca non prenda in giro, ancora una volta, Messina».

(769)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Si tenta in via legale o pseudo legale di fermare DeLuca. Il potere per il potere e non importa se la città sprofonda. Lasciamo lavorare il sindaco. Poi ci saranno i Messinesi se mandarlo a casa.

error: Contenuto protetto.