Primo piano dell'assessore Salvatore Mondello, giunta di Cateno De Luca - Messina

Parcheggi, via Don Blasco, Mercato Zaera: Mondello anticipa la Messina 2021

Pubblicato il alle

8' min di lettura

Dopo i consiglieri comunali, è il momento della Giunta De Luca di fare un bilancio del 2020 e presentare quelli che saranno i primi progetti realizzati nel 2021 a Messina. Dall’assessore ai Lavori Pubblici, Salvatore Mondello, ai colleghi alla Cultura e al Turismo, Enzo Caruso, alla Smart City e alla programmazione dei Fondi europei, Carlotta Previti, e infine alla protezione civile e all’arredo urbano Massimo Minutoli, ecco cosa ci aspetta nella città dello Stretto nei prossimi 12 mesi.

Cominciamo con l’assessore Mondello, che fa il punto sul 2020: «Sebbene l’anno sarà ricordato per altro che non per le azioni compiute dall’Amministrazione – esordisce –, devo dire che l’attività legata alle cose ordinarie è continuata regolarmente. Il ragionamento che ha sempre contraddistinto l’attività del mio assessorato, e in generale delle deleghe che porto avanti dall’inizio del mandato, sono da ascriversi nella filiera “programmazione, pianificazione progettazione, esecuzione e messa in esercizio” poi, dei manufatti che vengono realizzati. In tal senso, ci si sta muovendo ad ampio respiro».

Dalle scuole alle grandi opere per Messina, il 2020 dell’Assessore Salvatore Mondello

Parcheggi, scuole e sicurezza

banchi monoposto a scuola per il coronavirusAndando con ordine, l’Assessore al Lavori Pubblici parte dal primo elemento della filiera per spiegare cosa è stato fatto a Messina nel 2020: «In termini di programmazione, si sono individuate le risorse alle quali fare riferimento per realizzare le opere». Un primo esempio sono i tanto attesi parcheggi di interscambio, per i quali, chiarisce Mondello: «Sono già arrivati dei risultati, con il finanziamento dei primi tre dei 15 progetti, per un valore complessivo di circa 16 milioni di euro».

Ma passi avanti sono stati fatti anche nel settore scuola. Ricordiamo tutti come, nell’agosto del 2018, a inizio mandato, la Giunta abbia sostanzialmente avviato una campagna per la messa in sicurezza delle scuole. Allora, infatti, solo 6 edifici su 106, a Messina, si trovavano in possesso della valutazione di vulnerabilità sismica. «Oggi – spiega Mondello – per circa l’80% degli edifici scolastici sono già stati stimati i valori di vulnerabilità. Per la restante parte, invece, si sta procedendo e sono state appaltate le funzioni d’ingegneria finalizzate a completare la parte di vulnerabilità». Sempre per quel che riguarda le scuole, aggiunge l’Assessore ai Lavori Pubblici: «Sono stati presentati 49 progetti alla Regione per l’inserimento nell’elenco triennale dell’edilizia scolastica e su 49 ne sono stati ammessi 48 (siamo il primo comune in Sicilia per numero di progetti presentati e approvati dall’Assessorato Regionale)».

Le grandi opere a Messina nel 2020

Il Porto di Tremestieri, la via Don Blasco, il mercato Zaera sono tre delle grandi opere che hanno caratterizzato questo 2020, nonostante gli intoppi presentati dalla pandemia e gli inevitabili rallentamenti.

«I lavori al Porto di Tremestieri, che erano rimasti fermi, sono ripresi con vigore – spiega Mondello. Si sono registrate diverse criticità, in particolare di carattere ambientale». Ma redatta e approvata la variante necessaria, prosegue «adesso gli interventi sono ripresi e si stanno svolgendo con maggiore velocità. I 192 pali di retrobanchina sono stati collocati, mentre i primi di gennaio cominceremo ad andare a infliggere i pali della banchina, in acciaio, che saranno collocati direttamente in acqua. Si sta contestualmente provvedendo a completare la massicciata nella parte sud del porto».

Proseguono i lavori anche su via Don Blasco, un primo tratto è stato consegnato proprio sul finire del 2020. «Si registrano grandi evoluzioni – precisa Mondello – perché si sta procedendo velocemente. La cosa che più mi ha reso felice è stato aver seguito, dalla programmazione all’esecuzione, la demolizione delle cosiddette Case D’Arrigo, precedentemente dimenticate, e l’assegnazione contestuale alle 36 famiglie di nuovi alloggi. Con quest’intervento ho fatto una sintesi delle mie due deleghe più importanti, quella ai Lavori Pubblici e quella al Risanamento. Abbiamo dato la possibilità a 36 famiglie di andare a vivere in alloggi dignitosi. Sicuramente è l’aspetto più importante».

«Sempre per via Don Blasco – spiega ancora Mondello – è stata approvata una variante perché precedentemente non era stata valutata la vulnerabilità sismica del viadottino di innesto con il Cavalcavia San Ranieri, che prevede la totale demolizione e ricostruzione del viadottino stesso, sempre comunque mantenendo la stessa cifra originaria. Il 28 dicembre, inoltre, abbiamo consegnato e collaudato un primo tratto della via Don Blasco, circa 800 metri nella zona Zir, l’ex via Acireale oggi via Franza, che evidenzia tutta una serie di aspetti tecnologici interessanti, che vanno dal tappetino drenante per un regolare smaltimento delle acque, all’illuminazione al led. La strada, insomma, una volta completata sarà in possesso di tutti quei requisiti tecnologici nuovi che le daranno un’efficienza del 100%».

Quando sarà completata la via Don Blasco? L’assessore al Lavori Pubblici ci dà una data abbastanza certa: «Presumo – sottolinea – che entro la fine del 2021 saranno completati 2/3 della strada, ma non escludo, per quella data, l’effettivo completamento di tutta la via Don Blasco.

Le “opere minori”

Ma una città non è fatta solo di grandi opere e nessuno lo sa meglio di un amministratore. Sono diversi i piccoli interventi avviati o completati a Messina negli ultimi 12 mesi: «Tra le “piccole” opere ormai in fase di completamento ci sono il consolidamento della strada di Portella Castanea e quella di collegamento con San Filippo, la cui inaugurazione è prevista per entrambe all’inizio di gennaio 2021; ma c’è anche la manutenzione generale di contrada Citola. Possono sembrare elementi marginali, ma non lo sono e hanno un grande impatto sulla viabilità cittadina e sulla sicurezza».

Sul piano, invece, della pianificazione, precisa l’Assessore ai Lavori Pubblici, è stato completato il PGTU (Piano generale del traffico urbano), che è stato trasferito a Palermo; il PUMS (Piano urbano della mobilità sostenibile) è stato affidato a una ditta di progettisti e «che presumibilmente entro agosto ci porterà il documento finale; è inoltre stato modificato ed è in fase di esecuzione il piano dei parcheggi; si sta lavorando al nuovo piano regolatore, per il quale sono stati completati gli studi propedeutici. «Si sta infine completando il piano in ambito urbano di riqualificazione che riguarda tutta la zona che va dal Porto Storico alla fine della Zir e si sta definendo il piano del demanio marittimo, che è pronto per essere inviato».

Il 2020 è stato un anno complicato per Messina e per il mondo intero, ma sul lavoro svolto quest’anno per la città l’assessore Salvatore Mondello si dichiara moderatamente soddisfatto. «Se mi chiede se si poteva fare di più le rispondo di sì – ha affermato. Non c’è dubbio che sia possibile pensare ancora più in grande per Messina. Ma per farlo occorre ragionare su altri fronti. Per fare un esempio, un tasto dolente riguarda la cronica carenza di dipendenti comunali, abbiamo un numero davvero esiguo di tecnici nei dipartimenti».

Quale sarà il primo “taglio del nastro” per Messina nel 2021?

Andando con ordine, tra i primi progetti che vedranno il completamento e l’inaugurazione già a inizio 2021 (oltre alle opere già citate, come la strada di Portella Castanea o quella che porta al San Filippo) ci sarà il Mercato Zaera: «L’area – spiega Mondello – sarà funzionale a strettissimo giro. Le opere sono già ultimate e sono stati assegnati i box ai mercatali. Nel 2021, inoltre, sarà consegnata la Caserma Di Maio, per la quale è stato approvato il progetto e si stanno realizzando i lavori da un paio di mesi (affidati circa tre mesi fa). Il completamento è previsto per il mese di marzo».

Per l’acquisto del Torri Morandi da parte del Comune di Messina, infine, è ormai cosa fatta.

(1028)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.