Tirrenoambiente vuole licenziare 17 dipendenti su 29

tirrenoambiente panoramicaA Tirrenoambiente si parla della possibilità di licenziare 17 dipendenti. Lorenzo Piccioni, amministratore delegato della società che gestisce la discarica di Mazzarrà Sant’Andrea, impianto che lo scorso 3 novembre era stato sequestrato, ha “tirato i remi in barca” e ha pensato all’eventualità di ridurre il personale. Delle 29 unità in organico sino al 2014, ne rimarrebbero, per l’anno appena iniziato, soltanto 12. Potrebbe essere un pessimo inizio del 2015, dunque, per 5 dipendenti dell’ufficio amministrativo della sede di Messina e per 12 dell’area tecnica e amministrativa degli impianti di Mazzarrà Sant’Andrea, Tripi e Castellacci.
Un provvedimento di mobilità, questo, che la società riterrebbe necessario dato lo stato di chiusura e la sola attività di messa in sicurezza della discarica, che comporta – sostengono i vertici – solo l’utilizzo di alcun unità lavorative e non di tutti i 29 dipendenti attualmente in organico.
In passato la direzione societaria aveva più volte chiesto alla Regione il rinnovo dell’autorizzazione integrata ambientale, richiesta rigettata dall’assessorato competente per ben 2 volte.
Tirrenoambiente aveva, dunque, presentato ricorso al Tar di Catania.

(97)

Categorie

Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *