Sit-in dei lavoratori Edipower a San Filippo del Mela

Centrale EdipowerProtesta spontanea dei lavoratori addetti all’appalto manutenzione stamani alla centrale termoelettrica Edipower di San Filippo del Mela. Dalle 7.00 di questa mattina, i lavoratori, che attendono ancora di essere assorbiti dalla società Cmis che si è aggiudicata l’appalto, sono in sit-in davanti ai cancelli dell’impianto raccogliendo la solidarietà di tutti i dipendenti delle altre aziende dell’indotto che sono rimasti fuori dai cancelli.

La scintilla che ha fatto scattare la protesta è stata determinata dall’intenzione della Cmis di procedere a nuove assunzioni. «Dopo l’arrivo di personale in trasferta da Siracusa – si legge in una nota – si tratta quindi di un ennesimo schiaffo in faccia a quei lavoratori che ancora attendono e a cui è stato posto di accettare il contratto di lavoro metalmeccanico anziché quello chimico coibentazione che regola le attività che effettivamente svolgono».

Solo mercoledì scorso gli stessi lavoratori avevano inscenato un sit-in sotto la Prefettura e avevano raccolto l’impegno della stessa istituzione ad intervenire per evitare il degenerare della protesta e riaffermare la giusta applicazione delle regole e dei contratti.

Per Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil si tratta «di un legittimo stato di esasperazione che era stato paventato già nei giorni scorsi e che è interamente addebitabile ai vertici di Edipower che danno in questo modo la misura della loro credibilità».

Necessario per i sindacati è adesso l’urgente attivazione di un tavolo di confronto per risolvere definitivamente la vertenza ed evitare il propagare della protesta.

(163)

Categorie

Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *