Piemonte. Uil-Fpl: “Gucciardi dia seguito a quanto annunciato”

manifestazione PiemonteL’invito per l’assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi, è quello di dare seguito a quanto annunciato lunedì alla prefettura di Messina, rispetto alla questione dell’ospedale Piemonte. A farsi portavoce di quello che in tanti auspicano, la Uil-Fpl di Messina attraverso il segretario generale Pippo Calapai.

“Accogliamo con soddisfazione l’annuncio dell’assessore Gucciardi – afferma Pippo Calapai – perché a differenza del suo predecessore ha preso una posizione netta rispetto al destino dell’ospedale Piemonte”.

“Tuttavia – continua il Segretario -, si aspettano segnali concreti da Palermo affinché la storica struttura sanitaria di viale Europa continui a svolgere la sua importante funzione. Invece, ci allarmano perché altamente fuorvianti, le cifre fornite dal manager dell’azienda sanitaria Papardo-Piemone, dott. Michele Vullo, il quale durante l’incontro di lunedì ha parlato di 28 mln di euro di costi complessivi per il Piemonte, e di 12 mln del valore della produzione”.

“Le cifre fornite – puntualizza – sono fuorvianti perché non tengono conto degli oltre 1.000 ‘drg’ (ovvero prestazioni effettuate presso altre strutture convenzionate, per carenza di posti all’ospedale Piemonte). Ma c’è di più – aggiunge il sindacalista – i costi indicati, così come il valore della produzione sono calibrati rispetto agli originari 121 posti letto e non sui 78 previsti al Piemonte dalla nuova distribuzione dei posti letto”.

“Conti alla mano – conclude Calapai – il disavanzo del Piemonte rientra nella norma fisiologica di tutte le aziende ospedaliere. Infine, mi chiedo quale sia il valore della produzione del Pappando da quando s’è insediato Vullo, e qual è quello delle altre aziende sanitarie?”.

(166)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *