liceoMusical

Nasce il liceo coreutico-musicale: un’importante opportunità per i giovani musicisti

Pubblicato il alle

3' min di lettura

liceoMusicalFinalmente dopo qualche anno di attesa il liceo coreutico-musicale fa il suo ingresso all’interno dell’offerta formativa della nostra città. 

Si dovrebbe raggiungere con tranquillità l’obiettivo di formare una prima classe con 25 alunni, visto anche che in numerose scuole medie inferiori sono ormai da anni attivi corsi musicali che riscuotono grandi successi sia in termini di profitto che di attrazione di studenti. Così è stato colmato il vuoto esistente che permette ai giovani musicisti di continuare il percorso di studi in attesa di potersi iscrivere ai corsi universitari del Conservatorio “A.Corelli”.

E proprio il Conservatorio, che  è rappresentato dal Maestro Cananzi, fornirà un supporto al liceo. Infatti è stato stipulato già da tempo una convenzione, a breve verranno messi a punto i dettagli per l’avvio del Liceo. È un grande vantaggio,  ci si servirà della loro grande esperienza soprattutto per l’organizzazione dei corsi.

L’offerta è quella di un liceo a tutti gli effetti. Al termine i ragazzi potranno iscriversi in qualsiasi corso universitario. Il piano di studi, dunque, racchiude le materie comuni a tutti gli istituti superiori (dalla filosofia alla matematica, dall’educazione fisica alla lingua straniera). A queste si aggiungono le materie specifiche: teoria, analisi e composizione, storia della musica, esecuzione e interpretazione, musica d’ensamble e tecnologia musicale. Gli strumenti che verranno studiati saranno scelti dagli stessi giovani. Oltre al pianoforte sono attese le richieste soprattutto per chitarra classica, clarinetto e violino, che sono gli strumenti più praticati nelle scuole medie ad indirizzo musicale

La riforma del settore impone lo svolgimento di una prova preselettiva che verrà predisposta sempre in collaborazione col Conservatorio Corelli. Sarà prima di tutto un test attitudinale e verrà effettuato qualche settimana dopo il termine delle iscrizioni. Ma non si tratterà di un esame insuperabile.

Un altro obiettivo ambizioso è il consolidamento di un Polo per lo sviluppo della cultura musicale nella nostra città soprattutto per i giovani. Infatti, è prevista la stipula di convenzioni con le associazioni musicali di Messina per attivare forme di collaborazione ed iniziative congiunte. Per questo la presenza di Ramirez, presidente dell’Associazione Musicale “Vincenzo Bellini”, ma anche docente di Italiano, Latino e Storia del Liceo. Gli obiettivi sono, innanzitutto, quello di portare dentro la scuola l’esperienza dei musicisti che si esibiscono a Messina realizzando workshop e stages per gli studenti del Liceo Musicale, poi creare forme di accesso facilitato e nello stesso tempo di partecipazione per gli studenti e per i giovani in particolari all’offerta musicale di Messina.

In prospettiva la volontà di creare una vera e propria rete che coinvolga anche l’Università in particolare con il Dams.

(193)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.