Messina. Il Caio Duilio capofila nazionale per la qualità dell’istruzione nautica

istituto nautico caio duilio di messina progetto Qualità per la formazione marittimaLa scuola Caio Duilio di Messina guiderà per la seconda volta in tre anni gli istituti nautici italiani verso il raggiungimento della qualità formativa. A decretarlo è stato il Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) che ha assegnato alla struttura di via La Farina il Progetto nazionale “Qualità per la formazione marittima” (Quali. For. Ma).

«È una gratificazione immensa per me – ha commentato la dirigente scolastica dell’Istituto, la professoressa Maria Schirò – guidare una scuola che rappresenta il massimo riferimento nazionale in termini di qualità dell’istruzione marittima».

Fino a dicembre 2019, quindi, l’Istituto nautico di Messina si farà promotore dell’innovazione e della qualità didattica guidando le strutture analoghe presenti sul territorio nazionale in un progetto finalizzato ad implementare la qualità delle offerte formative. Il progetto “Qualità della formazione marittima” prevede, tra le altre cose: interventi specifici finalizzati ad adeguare i percorsi didattici agli standard internazionali; e una programmazione di attività dedicate agli studenti che gli consentano di innalzare le proprie competenze attraverso strumenti come la piattaforma e-learning o, per esempio, la partecipazione alle “Olimpiadi nazionali dei trasporti e della logistica”.

A far sì che il Ministero scegliesse proprio L’I.T.T.L. “Caio Duilio” come referente nazionale del progetto – alla guida di istituti tra cui, nella provincia di Messina figurano anche i nautici di Milazzo e di S.Agata di Militello – sono stati diversi fattori, dalla competenza del personale docente alla qualità delle risorse digitali utilizzate all’interno del plesso scolastico per formare i giovani studenti.

La convenzione per l’attivazione del progetto, ha comunicato l’Istituto, è già stata firmata e la conclusione delle attività è prevista per il 31 dicembre 2019.

(599)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *