“Azzerare gli affitti scolastici”: il piano della Provincia

Filippo RomanoNon pagare affitti per le scuole superiori e utilizzare i locali pubblici della Provincia: è l’obiettivo immediato del commissario straordinario di Palazzo dei Leoni, Filippo Romano, che ha emanato ai dirigenti un atto d’indirizzo urgente per la razionalizzazione e adeguamento degli ambienti degli istituti scolastici superiori. Romano pensa anche a costruire nuove scuole. Romano scrive nell’atto che: “Molti istituti di competenza provinciale sono dislocati in immobili di proprietà privata assunti in locazione passiva senza patto di riscatto, con onere a carico del bilancio, e che, per la loro originaria destinazione a edifici residenziali, risultano poco idonei all’attività scolastica”. Romano segnala che per l’eliminazione dei problemi connessi alla carenza e inidoneità di aule del Liceo Scientifico “Medi” di Barcellona Pozzo di Gotto e del Liceo Scientifico “E. Amari” di Patti, ubicati in immobili privati assunti in locazione passiva, sono stati già emessi opportuni Atti di Indirizzo ai competenti uffici provinciali “Per individuare le necessarie superfici scolastiche ricadenti nel medesimo Comune, o mediante locazione con patto di riscatto di nuovi immobili a parità di costo annuale attualmente sostenuto dall’Ente per il pagamento dei corrispondenti fitti passivi”. Il commissario della Provincia per sopperire alla carenza di aule dell’Istituto “Caio Duilio” del capoluogo, in forte espansione scolastica “Si ritiene possibile, come soluzione provvisoria, utilizzare le eventuali superfici eccedenti nel vicino Istituto Tecnico “Verona-Trento”, come in atto avviene, e, come soluzione alternativa e definitiva, avviare ogni azione affinché la Provincia, con i proventi derivanti dalla permuta o vendita di propri immobili alienabili allo scopo, e senza aggravi di spesa a carico del bilancio, possa realizzare un nuovo edificio scolastico, o, in alternativa e previa intesa con il Sindaco di Messina, acquisire un idoneo immobile, pubblico o privato, dislocato possibilmente nel centro urbano”. Romano dà anche l’indirizzo per la realizzazione di nuovi edifici scolastici sostitutivi di altrettanti immobili comunali ceduti alla Provincia in comodato d’uso gratuito ai sensi della Legge 23 del 1996 che sarà avanzata specifica richiesta di finanziamento all’assessorato regionale competente. 

(35)

Categorie

Scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *