Accordo Comune-Ispettorato del Lavoro, la “Leopardi” può riaprire

Pubblicato il alle

3' min di lettura

La scuola “Giacomo Leopardi” può riaprire i battenti. Dopo l’ultimo sopralluogo effettuato nella mattinata di martedì, è stato raggiunto l’accordo tra il Comune e l’Ispettorato del Lavoro, che aveva chiuso il plesso il 22 novembre scorso per motivi di sicurezza. Da quel giorno, i 440 alunni della scuola di Minissale sono stati ospitati dalla “Salvo D’Acquisto”, facendo lezione di pomeriggio.

Decisiva la relazione tecnica fornita dal gruppo di esperti guidata dal professor Ivo Caliò, dell’Università di Catania, che pochi giorni fa ha riscontrato la non pericolosità di tre dei quattro plessi che compongono l’intera struttura.  Forte di questo parere, il sindaco, Renato Accorinti, ha potuto firmare una nuova ordinanza sindacale consentendo la riapertura parziale della scuola, almeno fino a quando non si trova un immobile capace di ospitare gli alunni durante i diciotto mesi necessari per l’esecuzione dei lavori di messa in sicurezza.

Questa soluzione, a dire il vero, ci sarebbe già e cioè l’ex sede del Conservatorio “Corelli” in via Bonino, ma anche questo immobile ha bisogno di alcuni interventi di manutenzione, da qui la necessità di riaprire la “Leopardi”. Come annunciato da un comunicato congiunto tra il sindaco, Accorinti, e l’Ispettorato del Lavoro guidato da Gaetano Sciacca, da questa mattina i cancelli  della “Leopardi” possono tornare a riaprirsi: “L’Ispettorato acquisita la citata relazione dalla quale emerge, a seguito opportune e accurate calcolazioni, di “ritenere possibile procedere a una riapertura parziale e temporanea del plesso scolastico limitatamente ai corpi A, B e C con esclusione del corpo D, dell’aula II D nel corpo C e della palestra e del locale custode annesso”, che quindi giustifica una limitazione temporale oltre che parziale del plesso. Per cui a parziale modifica di quanto disposto con atto Prot. N° 2016/U1P1-V del 22/11/2016, ai sensi dell’art. 10 del DPR 520/55, l’Ispettorato territoriale del lavoro ha disposto di continuare ad osservare la sospensione di qualsiasi attività lavorativa nel plesso scolastico “ G. Leopardi” sito a Messina in Piazza Stella Maris e all’allontanamento del personale ivi operante struttura comprese le aree di pertinenza, limitatamente nelle aree della struttura ritenute a rischio dal gruppo di lavoro coordinato dal prof. Ing. Ivo Caliò che ha sottoscritto la relazione citata e della parziale riapertura del plesso, che sarà dettagliatamente descritta in sede di Ordinanza Sindacale, garantendo l’espletamento dell’attività lavorativa nel rispetto della normativa vigente in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Sulla base di questo provvedimento dell’Ispettorato del lavoro, fermo restando la primaria necessità della salvaguardia della pubblica e privata incolumità ed in particolare la sicurezza sui luoghi di lavoro, il Sindaco ha emesso la relativa ordinanza che consente di riaprire temporaneamente la scuola ponendo fine ad una situazione di disagio sociale. Il Sindaco, nell’esprimere soddisfazione per il lavoro congiunto svolto, sarà presente questa  mattina alle  8 alla riapertura della scuola”.

(85)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.