Nel 2013 più poveri anche gli edicolanti. Aumenta di oltre 6 euro la distribuzione dei giornali

Pubblicato il alle

1' min di lettura

edicolaDal primo febbraio il trasporto dei giornali e conseguentemente la distribuzione nelle edicole costerà di più: sei euro oltre Iva. Così ha deciso la ditta Toscano Gaetano Sas che ha informato con una nota i rivenditori delle testate cartacee. La Toscano, nel documento che sta già sollevando lamentele soprattutto dai titolari di piccole rivendite, motiva la decisione con il mutamento delle condizioni economico-sociali che avrebbe colpito l’editoria più pesantemente di altri settori. La Toscano ha effettuato un’indagine sul territorio provinciale scrivendo: “il servizio di trasporto di prodotti editoriali comporta costi insostenibili tali da assorbire per gran parte l’utile ricavato dalla complessa gestione del servizio di distribuzione”. L’azienda punta l’indice pure contro la liberalizzazione della vendita di giornali che da alcuni anni troviamo pure nei supermercati, in autogrill e nelle stazioni di servizio. Per la Toscano,  l’accordo nazionale sulla vendita dei giornali sarebbe superato, inadeguato e non più attuabile. La Toscano Gaetano Sas, dunque, nelle prossime settimane fino al 31 gennaio negozierà con i rivenditori prezzo e modalità del servizio, chiedendo dal giorno dopo i 6 euro più iva per assicurare in tutte le zone della provincia i giornali. Possibile una risposta negativa da molti distributori di giornali, soprattutto quelli in possesso di chioschi di piccole dimensioni, che potrebbero non farcela più con il balzello richiesto dai privati che trasportano quotidiani e periodici.

 

@Acaffo

(47)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.