Lavoratori ex clinica Santa Rita assunti dalla Cot, che smentisce Crocè

cotLa clinica Cot, attraverso il proprio legale, avvocato Carlo Mazzù, replica alle dichiarazioni rilasciate dal segretario dell’Fp Cgil, Clara Crocè, qualche giorno fa, attraverso un comunicato pubblicato su questa testata.
La Cot, in particolare, fa riferimento alla seguente affermazione della sindacalista: ” Si parte con la situazione dei lavoratori dell’ex Clinica Santa Rita, ancora in attesa dell’assunzione da parte della COT. Dopo qualche tentativo andato a vuoto, si svolge un incontro in cui Sciacca assume l’impegno di convocare tutte le parti in causa, ma attualmente il tavolo non si è riaperto, così come richiesto dallo stesso sindacato.”

Da qui la replica della Cot: ” La Casa di Cura COT spa smentisce quanto dichiarato dalla signora Clara Crocé, segretaria della FP-CGIL, poiché non corrisponde al vero che essa non ha assunto gli ex dipendenti della Casa di Cura S. Rita. Viceversa, in perfetta ottemperanza all’accordo stipulato presso l’Ispettorato del Lavoro di Messina il 27 ottobre 2015, in presenza della stessa e degli altri rappresentanti sindacali, oltre che dei lavoratori, la COT spa ha regolarmente assunto tutti i dipendenti che erano in condizione di essere assunti, in quanto inoccupati e non richiedenti di essere assunti dalla Casa di Cura S. Rita, presentando a tale scopo apposito ricorso al TAR. Gli stessi dipendenti, formalmente invitati a rinunziare al ricorso ed a formalizzare la richiesta di assunzione presso la COT spa, hanno invece mantenuto fermo il ricorso, al quale si è aggiunto quello della FP-CGIL, tutti rigettati con apposita sentenza, ormai passata in giudicato, perché non appellata da essi.”

Avv. Carlo Mazzù

ndr: a conferma di quanto dichiarato in replica, la Cot si dice disponibile a fornire documentazione attestante quanto riportato.

(509)

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *