I precari occupano il Consiglio. L’amministrazione: “Chiederemo un parere alla Corte dei Conti sull’aumento orario”


tn precari occupazioneL’amministrazione comunale chiederà un parere alla Corte dei Conti sull’aumento orario dei precari. Fissato un Tavolo tecnico e una trasferta a Palermo per avere risposte certe. I lavoratori, questa mattina, prima con la Fp Cgil e poi con le Fp di Cisl e Uil che stavano tenendo un’assemblea nel Salone delle Bandiere, hanno occupato i lavori della commissione Bilancio, presieduta da Franco Mondello, che doveva discutere del decreto SalvaRoma e del nuovo Piano di Riequilibrio e che ha cambiato l’ordine del giorno. A fine febbraio i revisori dei conti avevano bocciato la delibera predisposta dalla Giunta Accorinti per l’integrazione oraria dei 300 precari perché il Comune avrebbe così sforato il limite, posto dalla normativa nazionale, delle spese complessive sul personale del 50%; a seguito di una conferenza stampa a Palazzo Zanca, l’amministrazione aveva valutato possibili soluzioni al problema.  

Alla fine, solo in 80  su 296 lavoratori potrebbe ottenere l’incremento delle ore di lavoro da 18 a 35 – secondo i Revisori dei Conti  per gli altri secondo quanto ribadito dai Revisori dei Conti la situazione non cambierà. Tra i possibili “fortunati”: la polizia municipale, gli assistenti sociali e i lavoratori dell’Istruzione. 

Nel corso dell’incontro il segretario generale Antonio Le Donne e il vicesindaco Guido Signorino hanno sottolineato che sarà chiesto un parere alla Corte dei Conti per capire il da farsi. 

Contrari i sindacati.

Clara Crocé della Fp Cgil: “I Revisori dei Conti sono fermi sulle loro posizioni mentre centinaia di Comuni fanno diversamente, si dovrebbe approvare una delibera d’indirizzo con la volontà di stabilizzare tutto il personale precario”.

 

Costanzo della Uil: “Vogliamo atti certi, andare a cercare pareri quando si sa già quale sia la volontà potrebbe essere distruttivo, bisogna lavorare sul Piano di Riequilibrio e sulle procedure di stabilizzazione”

 

Calogero Emanuele della Fp Cisl: “Se il Comune è sottodimensionato di 700 unità vorremmo capire se questi 300 precari saranno stabilizzati o meno, non c’è una programmazione che si deve fare ora e no nel 2016”.

Nel corso dell’incontro sono intervenuti anche i consiglieri comunali. Acceso l’esponente di Forza Italia Pippo Trischitta che ha richiesto all’amministrazione di intervenire favorevolmente per i precari come già fatto in passato per i terminalisti e per gli ex parcheggiatori delle cooperative private transitati all’Atm. 

 

 

(91)

Categorie

Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *