Aprile a 35 ore per i precari del Comune

precari comuneL’amministrazione comunale ha varato l’integrazione oraria per tutti i precari di Palazzo Zanca. Dopo le polemiche, le assemblee e le proteste arriva il provvedimento della giunta. “La battaglia portata avanti in queste settimane dalla Fp Cgil per ottenere l’integrazione oraria dei 296 lavoratori precari del Comune di Messina – afferma la segretaria della Funzione pubblica Clara Crocè – ha portato al risultato sperato. Questo però rappresenta solo un piccolo traguardo rispetto alle lotte che la nostra sigla sindacale intende portare avanti nei prossimi mesi”.
Questo il commento della segretaria della Fp Cgil alla notizia della firma, da parte della ragioneria generale, della delibera d’integrazione oraria, a 35 ore, per i precari del Comune di Messina, valida per il mese di aprile.

“Finalmente – afferma Calogero Emanuele, segretario provinciale della Cisl Fp – è stata approvata la delibera di integrazione oraria per tutti e 300 i lavoratori precari compresi gli ASU per il mese di aprile a 35 ore con un impegno di spesa di 282,5 mila euro. Il rammarico – aggiunge Emanuele – è che si è perso più di un mese per arrivare a questa che era l’unica soluzione praticabile e che invece ha fatto perdere l’integrazione del mese di marzo. Purtroppo se non si procederà a passo spedito con l’approvazione del bilancio di previsione 2014 le prospettive per i mesi successivi potrebbero essere compromesse. Bisogna onorare anche la delibera di indirizzo per l’attivazione delle procedure di stabilizzazione. Oggi, su questo punto, abbiamo registrato la costituzione di un gruppo di lavoro di dirigenti tecnici che dovrebbero procedere alla predisposizione del Piano triennale del Fabbisogno del personale e alla relativa quantificazione della spesa”.

(44)

Categorie

Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *