Messina, al Teatro Vittorio Emanuele in mostra le “isole” di Stefano Donato

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Al Teatro Vittorio Emanuele di Messina proseguono gli appuntamenti in mostra de “L’Opera al Centro”, rassegna di arti visive curata da Giuseppe La Motta; sabato 14 maggio, infatti, vernissage di Stefano Donato che presenterà al pubblico “L’Isola in controluce”, con i testi di Milena Romeo.

Nato a Messina, Stefano Donato vive e lavora a Roma, città di ricerca e studio; diplomandosi in arredamento e scenografia. Collabora con l’architetto Andrea Crisanti per il cinema e il teatro, lavorando alle scenografie di maestri come Francesco Rosi e Michelangelo Antonioni. Nel 1974 inaugura la sua prima mostra a Messina, alla galleria Vaccarino e adesso torna in città, con un’esposizione al Teatro Vittorio Emanuele.

Mostra al Teatro Vittorio Emanuele

Dopo la “Naturalità” di Giuseppe Brancato, è la volta di Stefano Donato, che torna a Messina con “L’Isola in controluce”: 42 opere pittoriche, olio su tela e cartone, con paesaggi e vedute che «riassumono un’idea di terra d’origine, come spazio elettivo, paradigma delle sue visioni e nutrimento dell’immaginario di uomo e di artista. Lo Stretto di Messina – si legge nella nota – è focus di questo personale diario annotato nel tempo che ha puntellato e sigillato il suo rapporto creativo ed esistenziale con la nostra isola. Un’isola, come recita il titolo, in controluce, vista e fissata da un punto cioè frontale rispetto alla sorgente luminosa, come accade in fotografia, nel cinema in cui il soggetto inquadrato senza essere colpito dai raggi diretti è fissato dall’artista con il pennello, con la cinepresa o con la macchina fotografica».

La mostra di Stefano Donato sarà visitabile fino al 24 maggio, nei seguenti giorni: da martedì a sabato, dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 18:40.

(75)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.