Triquetra, la canzone che promuove le bellezze della Sicilia

Si intitola “Triquetra” la canzone scritta da Alessio Toscano Raffa e Fulvia Toscano con le musiche di Nick Neblo. Un pezzo che inizia con un estratto – tratto da Cento Sicilie – di Gesualdo Bufalino.

Una sorta di lettera, dedicata alla Sicilia e a tutti i siciliani, che fa parte di un progetto più ampio dal titolo #rEstateinSicilia, promosso dall’Associazione Art.9 insieme a due rassegne culturali; Naxoslegge e Nostos.

Il turismo, infatti, è uno dei settori che accusa di più il colpo in questo momento di emergenza. “Triquetra” promuove proprio il turismo interno in Sicilia una volta che la pandemia sarà conclusa.

Adesso tocca a Triquetra

Dopo “Lost in Sicily”, video girato da Peppe Cucè, arriva un altro progetto – stavolta musicale – che promuove le bellezze della Sicilia.

“Triquetra” è un antico simbolo a tre punte, di solito tra loro interconnesse. Come le punte della Sicilia, interconnesse grazie alle bellezze del territorio. Adesso, “Triquetra” è una canzone per promuovere il turismo interno e invita i siciliani a trascorrere le prossime vacanze sull’Isola.

Le Sicilie sono tante

Le Sicilie sono tante come scriveva Gesualdo Bufalino ed è proprio così che si apre “Triquetra”:

Le Sicilie sono tante, non finiremo mai di contarle. Vi è la Sicilia verde del carrubo, quella bianca delle saline, quella gialla dello zolfo, quella bionda del miele, quella purpurea della lava. Vi è una Sicilia ‘babba’, cioè mite, fino a sembrare stupida; una Sicilia ‘sperta’, cioè furba, dedita alle più utilitarie pratiche della violenza e della frode. Vi è una Sicilia pigra, una frenetica; una che si estenua nell’angoscia della roba, una che recita la vita come un copione di carnevale; una, infine, che si sporge da un crinale di vento in un accesso di abbagliato delirio…

Il video completo di Triquetra

(249)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *