Pasolini, Edipo Re, Persefone: al Parco Archeologico Naxos-Taormina arriva “Interpretare l’Antico”

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Si è conclusa al Museo del Parco Archeologico di Naxos Taormina la presentazione al pubblico della seconda edizione della rassegna teatrale Interpretare l’Antico (progetto Comunicare l’Antico). Il primo appuntamento è segnato per il 1° settembre alle 21.30 con “Oida – Un rito musicale per il teatro”, drammaturgia di Beercock, da “Le Baccanti” di Euripide, per la regia di Giuseppe Provinzano, con in scena Sergio Beercock, Naomi Adeniji Folasade, Julia Jedlikowska, Jean-Mathieu Marie e Alfred Sobo Blay.

Il progetto è realizzato con il sostegno della Regione Siciliana e dell’ERSU di Messina, in sinergia con il COSPECS e il DAMS dell’Università di Messina e con l’Archeoclub di Giardini Naxos-Taormina-Valle Alcantara. La programmazione della rassegna, curata da Gigi Spedale, è incastonata nel progetto Comunicare l’Antico, condiviso e organizzato con il Parco Archeologico Naxos Taormina guidato da Gabriella Tigano e il Festival NaxosLegge diretto da Fulvia Toscano.

Durante l’incontro è stato poi annunciato il laboratorio, che sarà aperto agli studenti e a tutti gli appassionati di teatro del comprensorio di Giardini Naxos e dedicato all’Orestea di Eschilo nella traduzione di Pier Paolo Pasolini, curato dall’attrice Cinzia Maccagnano. Le date di svolgimento sono 2, 3 e 4 settembre.

«Sarà un percorso breve, ma intenso. Lavoreremo molto sull’analisi del testo – ha detto l’attrice Cinzia Maccagnano – e sulla visione che Pasolini restituisce di quest’opera di Eschilo, che ci dà una lettura dell’uomo del ‘900 e dell’uomo contemporaneo. La cosa straordinaria è poter lavorare ancora oggi attraverso i giovani e con i giovani, per far conoscere non solo il Mito medesimo ma anche la storia e la capacità che esso ha di rileggere il contemporaneo e conoscere noi stessi».

Lunedì 5 settembre alle 21:00 nel Teatro della Nike del Parco Archeologico di Naxos Taormina si terrà Cantiere Orestea, la restituzione pubblica del workshop (massimo 20 iscritti), la cui partecipazione è gratuita. Il 10 settembre alle 21:30 sarà il turno di “Persefone” da Ghiannis Ritzos, Omero, Cicerone, Diodoro Siculo, Ovidio, Claudiano con Elisa Di Dio, voce e movimenti di Cristina Di Mattia e la regia di Filippa Ilardo (Produzione Compagnia dell’Arpa).

Il 16 settembre alle 21:30 verrà messo in scena “Edipo Re (Make)” di Sofocle, con drammaturgia e regia di Cinzia Maccagnano e interpretato da Dario Garofalo, Cinzia Maccagnano, Luna Marongiu, Cristina Putignano e Raffaele Gangale (Produzione Bottega del Pane).

Infine, in calendario anche alcuni eventi speciali. Il 4 settembre verrà presentato, per celebrare i 100 anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini, il libro “Pasolini e i poeti antichi” (edizioni Mimesis) di Andrea Cerica. La serata si concluderà con la proiezione del film Edipo Re di Pasolini alle 21:00.

 

(106)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.