Luoghi del Cuore FAI: un mese di tempo per votare la Cripta del Duomo di Messina

cripta del duomoFino al 15 dicembre è possibile votare “I Luoghi del Cuore”, campagna promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano per valorizzare (e non dimenticare) i luoghi più belli d’Italia. Il censimento nazionale – arrivato alla decima edizione – è realizzato dal Fai in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Tra “I Luoghi del Cuore” anche la Cripta del Duomo di Messina.

Ancora un mese, quindi, per votare i propri luoghi più amati e contribuire così a tutelarli, farli conoscere o salvarli da degrado e abbandono. «Un gesto semplice e concreto – scrive il FAI – per far bene all’Italia e partecipare alla cura e alla valorizzazione del suo patrimonio artistico, culturale e ambientale, in un anno in cui a causa delle limitazioni dovute all’emergenza sanitaria abbiamo sentito la sua mancanza e il bisogno del benessere che esso ci regala».

La classifica parziale de “I Luoghi del Cuore” del FAI

Al momento il Fondo Ambiente Italiano ha ricevuto – per tutto il territorio nazionale – 1 milione e 300 mila voti. «Un traguardo importante, indice del grande successo di questa edizione lanciata il 6 maggio. La classifica dei luoghi più amati dagli italiani è in costante movimento e si susseguono avvincenti cambi di posizione tra gli oltre 36.000 differenti “Luoghi del Cuore” segnalati finora».

I Luoghi del Cuore sono divisi in due classifiche:

  • Italia sopra i 600 metri: aree interne montane del Paese;
  • Luoghi storici della salute: costruzioni risalenti almeno a 70 anni fa.

Nella classifica parziale al primo posto si trova la Ferrovia Cuneo-Ventimiglia Nizza. La classifica definitiva verrà comunicata entro la metà di marzo 2021.

La Cripta del Duomo di Messina

La Cripta del Duomo di Messina, nella classifica parziale de I Luoghi del Cuore, si trova in 18esima posizione. I voti ricevuti sono 8.067.

Gioiello storico e architettonico ancora sconosciuto ai più, la Cripta del Duomo di Messina è una chiesa sotterranea, scoperta nel 2009, con annesso uno scolatoio di cadaveri dove venivano posti a essiccare i defunti attraverso un procedimento di mummificazione naturale. Costruita contestualmente alla Chiesa Madre a cui in origine era collegata, la cripta fu realizzata nel 1081 su commissione del re normanno Ruggero II.

Nel Seicento, quando fu affidata alla Congregazione Schiavi della Madonna della Lettera, la cripta fu ristrutturata e abbellita con stucchi, statue e affreschi barocchi. Sopravvissuta a terremoti e alluvioni, è l’unica struttura originale rimasta dell’antico impianto chiesastico, quasi interamente ricostruito dopo il sisma del 1908 e gli incendi causati dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Per votare basta andare qui.

La classifica parziale de “I Luoghi del Cuore” in Sicilia

Ecco i luoghi che sono, per ora, ai primi posti della classifica provvisoria della Sicilia:

  • Via delle Collegiate, Modica (RG);
  • Chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore, Modica (RG);
  • Reale Cappella di Santa Venera nella Basilica Cattedrale di Acireale (CT)Scala dei Turchi, Realmonte (AG);
  • Cripta del Duomo, Messina;
  • Chiesa di Santa Maria Gesù Lo Piano, Polizzi Generosa (PA);
  • Chiesa e Complesso monastico di Santa Maria degli Angeli, Assoro (EN).

(78)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *