teatro vittorio emanuele messina

“I miei occhi cambieranno”. Lo spettacolo tratto dai testi di Celeste Brancato in scena al V.E.

Pubblicato il alle

2' min di lettura

teatro vittorio emanuele messinaI miei occhi cambieranno è lo spettacolo che, sabato 15 marzo, alle 21.00, andrà in scena al Teatro Vittorio Emanuele. Tratto da Certo che mo arrabbio di Celeste Brancato, attrice messinese morta di tumore al seno a soli 40 anni.

«Mettere in scena il testo di Celeste — spiega Giampiero Cicciò —  significa, innanzitutto, lasciarmi guidare dalle sue parole. Ho condiviso con lei vent’anni di vita e di lavoro, innumerevoli spettacoli, lo stesso pianerottolo, la Bottega teatrale di Gassman, le stesse utopie. Già prima della malattia, la sua vita era dedicata alla ricerca di un senso più alto dell’esistenza: le sue letture sul buddhismo, l’indignazione per un’Italia guasta e miserabile (espressa in tutti i suoi scritti), l’orrore per l’omologazione brutalmente dittatoriale del mondo, il suo amore per il teatro malgrado tutto, la rendevano inquieta ma agguerrita. A volte intuivo la sua amarezza, ma poco dopo la ritrovavo tenacemente fiduciosa (come sa esserlo solo chi combatte quotidianamente affinché le proprie aspirazioni non si trasformino in disincanto). Le ultime parole che mi ha detto, pochi giorni prima di perdere conoscenza, sono state: “Tutto nasce da dentro”. E io ho pensato a Novalis: “Le malattie, specialmente le lunghe malattie, sono anni di apprendistato dell’arte della vita e della formazione dello spirito”».

In scena Federica De Cola, in un toccante monologo, il racconto di una donna che ha fatto della malattia e della morte una spinta alla vita. Un’occasione preziosa per sostenere gli scopi dell’ Airc (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) cui sarà devoluto l’incasso della serata. La delegazione Airc di Messina, che ha reso possibile la serata, ringrazia tutti i sostenitori che sottoscrivendo una quota associativa hanno contribuito alla realizzazione della stessa.

(148)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.