Culture diverse e “strade d’acqua” si incontrano alla Camera di Commercio

affinitàelettiveDa domani, giovedì 24 a sabato 26, nel “Salone della Borsa” della Camera di Commercio, si terrà “Wahlverwandtschaften/Affinità elettive”, evento organizzato dall’Associazione Italo-Tedesca di Messina, presieduta dalla professoressa Antonia Gasparro. Il programma, che prevede all’apertura giovedì 24, alle 10.00, dopo i saluti del commissario straordinario della Camera di Commercio, Francesco De Francesco, l’inaugurazione della Mostra di Regina Hellwig-Schmid “Diario di Bordo di un fiume”, con immagini del Danubio, continuerà con una giornata di studio sul tema, alla presenza di relatori italiani e stranieri.

Venerdì, 25, sempre alle 10.00, dopo i saluti dell’assessore comunale alla pubblica istruzione, Patrizia Panarello, si aprirà una “Giornata della Gioventù in Europa”, per raccontare le esperienze dei programmi europei di scambi culturali, Comenius, Erasmus e Intercultura. La manifestazione si concluderà con la performance teatrale “Maria Farrar” di Bertolt Brecht de “La Luna Obliqua Teatro”, con la Esos Theatre Company, diretta da Sasà Neri; gli elaborati della IV edizione del Concorso “Laura e Magdalena Gonzenbach” e una breve rassegna video.

Il progetto, realizzato con il contributo del Ministero degli Esteri della Repubblica Federale di Germania, tramite il Goethe Institut Italien, intende celebrare “l’Anno Europeo dei Cittadini 2013”, promosso dalla Unione Europea, ed in particolare, questo “Anno Europeo” ha l’obiettivo di “stimolare ed accrescere la consapevolezza dei propri diritti come cittadini europei, con una attenzione particolare alla libera circolazione, residenza e lavoro, nei territori degli stati membri”. Il sottotitolo scelto, “Civiltà diverse unite da azzurre strade d’acqua, Danubio e Mediterraneo”, è la headline dell’Incontro Culturale.

L’Associazione, infatti, vede, nelle “Vie dell’Acqua”, il trait d’union che collega i diversi paesi e ha come riferimento, due luoghi/topos nell’immaginario collettivo: il Danubio e il Mediterraneo. Il titolo della manifestazione, “Wahlverwandtschaften/Affinità elettive” prende spunto dal titolo del celebre romanzo di Goethe, dedicato alle similitudini che accomunano le persone, e ne dà un senso traslato rivolto alle affinità tra i due paesi, Italia e Germania, ed ancora, in un’accezione più ampia, tra le culture latine e germaniche, tutte parte del grande mondo indo-europeo.

Il Danubio blu, “strada d’acqua” privilegiata per tutti quei popoli che, spostandosi in Europa, da Nord a Sud e viceversa, sin dal più antico passato, hanno dato vita ad una ricca e variegata commistione di saperi di cui oggi siamo fieri detentori. Il Danubio è un simbolo che raccoglie le numerose e diverse lingue, le culture, le storie, le vicende dell’Europa: infatti, nasce in Germania quasi ai confini con la Francia, ed è il fiume di Vienna, di Budapest, di Belgrado, della Bulgaria, della Romania, e raccoglie le acque dei fiumi del nord Europa ed anche della Drava, fiume italiano.

Il Mar Mediterraneo, il grande bacino del Sud, è il luogo/non luogo, che da sempre ha rappresentato un crogiuolo di civiltà, Greca, Magrebina, Araba, e tanto ancora, e le sue sponde sono state interpretate come limite, baluardo, barriera e, allo stesso tempo, via di fuga, di speranza e di aggregazione. Il mare nostrum ha realizzato l’assioma “diversità uguale arricchimento”. Drammaticamente però, in questi ultimi giorni, con i tragici avvenimenti accaduti ai profughi e migranti della costa africana, l’azzurro mare si è dipinto del rosso della sofferenza ma, è scopo precipuo dell’Associazione Culturale Italo-Tedesca di Messina, ribadire con il suo progetto, il Valore della Cultura quale veicolo principale per superare pregiudizi e antichi rancori, per dar vita al grande Villaggio della Cultura Globale.

Il progetto viene realizzato con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania, della Commissione Europea, Rappresentanza in Italia, dell’Agenzia “European LifeLong Learning Programme”, del Goethe Institut Italien,, della Regione Siciliana, della Camera di Commercio, del Comune, dell’Università degli Studi di Messina e della Fondazione Bonino-Pulejo.

(40)

Categorie

Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *