memorial adolfo celi al museo di messina organizzato dal cirs

Cinema, musica e solidarietà: il Cirs celebra Adolfo Celi al Museo di Messina

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Cinema, buon cibo, arte e musica: questa la ricetta del “Memorial Adolfo Celi”, l’evento che il Cirs di Messina ha organizzato quest’anno al Museo Regionale di Messina (MuMe) per ricordare il grande attore messinese e lanciare un messaggio contro ogni forma di violenza. Nel corso della serata verrà inoltre consegnato il premio Adolfo Celi al regista messinese Christian Bisceglia e agli attori Federica De Cola e Maurizio Marchetti.

L’appuntamento è fissato per venerdì 23 luglio alle 19.00 al Museo di Messina per un primo momento dedicato al food. Nel corso della serata sarà poi proiettato il docufilm di Alexandra Celi, per la regia di Leonardo Celi e Roberto Savoca, “Era la più bella di tutti noi”, dedicato alla madre Veronica Lazar. Entrambi i figli dell’artista saranno presenti all’evento. Ampio spazio sarà dato infine ai più giovani. Il Cirs (Comitato Italiano Reinserimento Sociale) ha infatti organizzato un concorso di cortometraggi sul tema della violenza di genere coinvolgendo le scuole, l’Università e i registi amatoriali della città dello Stretto, che si concluderà appunto venerdì con la proclamazione dei vincitori per le tre categorie e la diffusione dei corti sui canali social.

A illustrare il programma della serata, la presidente del Cirs, Maria Celeste Celi: «Il Cirs è onorato di essere qui – ha esordito. Informare sulla violenza di genere significa anche sottolineare come si tratti di un problema sociale, culturale, ed evidenziare che bisogna sensibilizzare la città. Celebriamo Adolfo Celi per rendere omaggio ai nostri cittadini che hanno avuto rilievo nazionale e internazionale. Lo facciamo per rinforzare il senso di identità, e quindi l’amore per la città».

«Importantissimo da un punto di vista sociale – ha proseguito – il concorso dei cortometraggi. Abbiamo coinvolto le scuole, per quanto possibile visto che i ragazzi erano a casa, per fargli produrre un documentario contro la violenza di genere. Siamo convinti che un messaggio lanciato dai ragazzi ai loro coetanei possa avere un valore aggiunto. I filmati saranno premiati e proiettati venerdì sera e poi fatti circolare attraverso i social». L’obiettivo è far sì che il messaggio contro la violenza e per l’accettazione della diversità circoli il più possibile.

Soddisfatto dell’iniziativa il presidente del Museo, Orazio Micali: «Siamo lieti di aver accettato la richiesta di un evento così significativo per la città – ha affermato. La violenza non è solo una questione di carattere sociale, ma anche strettamente culturale. Celi è stata una figura importante del mondo del cinema e il cinema è una delle arti che questo Museo sta sostenendo. Questo è un momento significativo e importante».

Nel corso della serata, si diceva, si terrà l’attribuzione dei premi “Adolfo Celi” al regista messinese Christian Bisceglia, reduce dal successo internazionale del suo film “Cruel Peter” e agli attori Federica De Cola e Maurizio Marchetti. Presente alla conferenza stampa di lancio del Memorial, Christian Bisceglia. «Sono molto contento di ricevere questo premio a Messina – ha sottolineato. Questa manifestazione unisce due cose: la memoria, che questa città ha bisogno di recuperare e poi il senso di comunità. Senza memoria e senza comunità una città non cresce. Vedo sempre cose divisive, ma quando vengo qui mi sento parte di una comunità».

Venerdì 23 luglio, inoltre, l’Associazione Guide Turistiche Eolie Messina Taormina accompagnerà, su prenotazione, il pubblico presente a in una visita guidata tra le meraviglie custodite nel Museo Regionale di Messina. Per prenotare è possibile rivolgersi al Cirs o contattare l’Associazione a questo numero: 3498750493.

“Memorial Adolfo Celi”: il programma completo del 23 luglio al Museo di Messina

locandina memorial adolfo celi

A curare l’aperitivo che alle 19.00 aprirà la serata sarà Assopanificatori di Confesercenti Messina, con la collaborazione dell’I.I.S Antonello. Il live show, condotto dai giornalisti Massimiliano Cavaleri e Marika Micalizzi sarà condito da momenti musicali con il Conservatorio “A. Corelli”, la cantante Roberta Marchese accompagnata al piano dal maestro Natale Pagano e i Quarto Canale (in locandina è indicato I fikissimi, ma si tratta di un refuso, ndr). Il programma della manifestazione abbraccia anche la danza, con la compagnia Marvan Dance Group di Mariangela Bonanno. Il coordinamento dell’intero spettacolo è affidato a Valerio Vella.

L’intero ricavato dell’evento sarà devoluto al Cirs.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(192)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.