tn PavoneCalabrò

Ancora riconoscimenti per “Daf-Teatro dell’Esatta Fantasia”: dopo Asti, la Puglia

Pubblicato il alle

2' min di lettura

tn PavoneCalabròProsegue, dopo la recente vittoria al Premio Scintille del Festival Asti Teatro 35, il percorso della compagnia teatrale Daf-Teatro dell’Esatta Fantasia verso importanti festival e rassegne nazionali.

Grande entusiasmo e forte determinazione da parte del gruppo, tutto messinese, formato dagli attori Angelo Campolo, Annibale Pavone, Federica De Cola, Margherita Smedile e Tino Calabrò, che sono pronti ad indossare i panni di Otello, Iago, Desdemona, Emilia e Cassio per far vivere al pubblico il loro “Sogno d’amore ubriaco”. Lo spettacolo, in forma di studio, è stato infatti selezionato per il premio ECEplast nell’ambito del Festival Troia Teatro, e andrà in scena stasera al Chiostro di San Benedetto, in piazza Cattedrale della cittadina in provincia di Foggia.

Il lavoro, il cui titolo completo è Sogno d’amore ubriaco-Studio su Otello, con la drammaturgia di Angelo Campolo che cura, insieme ad Annibale Pavone anche la regia, nasce dal desiderio di affrontare il dramma del moro veneziano da un punto di vista innovativo, a partire da un’inversione anagrafica tra i personaggi ideati da Shakespeare ed in particolare tra il protagonista e il suo alfiere Iago, che diventa qui una sorta di mentore per il “giovane” e smarrito Otello, quasi un padre, ma buono solo in apparenza.

Ciò che la compagnia ha deciso di raccontare è una storia d’inganno ma anche di speranza, ed è soprattutto un invito degli attori al pubblico che potrà compiere questo straordinario percorso attraverso una delle più grandi storie che Shakespeare abbia scritto, per riscoprirne la poeticità legata al disperato bisogno d’amore e di identità dei personaggi.

(115)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.