A Messina si torna indietro nel tempo con James Joyce: arriva il Bloomdays

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Dal 1950 Dublino festeggia il Bloomsday, ricorrenza che riporta in vita i personaggi letterari di James Joyce, in modo particolare, quelli raccontati nell’“Ulisse”, che quest’anno compie 100 anni. Anche Messina, per la prima volta, celebrerà le vicende di Leopold Bloom, il protagonista del romanzo più importante di Joyce, da cui il nome della festa, che accadono in un unico giorno: il 16 giugno del 1904.

Il Centro Studi Universiteatrali di Messina, diretto da Dario Tomasello, Naxoslegge, diretta da Fulvia Toscano, e Rete Latitudini presieduta da Gigi Spedale, hanno pensato, infatti, di celebrare lo scrittore irlandese con una maratona dedicata alla lettura del monologo di Molly Bloom. Il reading sarà a cura dell’attrice Cristiana Minasi e delle studentesse del DAMS; Carla Anastasi, Noemi Barbati, Federica Giglia, Ludovica Larocca, Rosy Pianeta e Sara Ragusi.

Il Bloomsday a Messina

L’appuntamento con il Bloomsday di Messina è per il 16 giugno, alle 16:30 al Salone dei Mosaici della Stazione Marittima. A Dublino, invece, non si festeggia per un giorno solo, ma viene organizzato un vero e proprio festival: per conoscere meglio James Joyce e i suoi personaggi, infatti, la capitale della Repubblica d’Irlanda torna indietro nel tempo, con costumi tipici, una mappa di luoghi simbolo da scoprire, ma anche proiezioni di film e degustazione di piatti tipici. Uno degli elementi distintivi, per esempio, è il cappello da barcaiolo di paglia.

(Foto dalla pagina FB del Bloomsday Festival di Dublino)

(262)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.