Su Change.org la petizione per salvare il Centro NeMO Sud di Messina

Pubblicato il alle

3' min di lettura

È a rischio chiusura il Centro Clinico Nemo Sud di Messina, che il prossimo 30 giugno dovrà lasciare il Policlinico universitario, perché la Fondazione Aurora Onlus – che gestisce il centro di eccellenza – ha recesso la convenzione stipulata a novembre del 2017.

«Da tempo Fondazione Aurora – scrivevano i referenti della Onlus – ha rappresentato, in accordo e all’unanimità con tutti i rappresentanti dei soci fondatori, dei quali l’Università e il Policlinico fanno parte, l’impossibilità di proseguire nel rapporto di convenzione con l’Azienda Ospedaliera Universitaria e ciò in conseguenza alla lenta ma inesorabile sottrazione di competenze, di risorse e di autonomia che abbiamo dovuto subire in questi anni».

Adesso su Change.org il Centro Clinico Nemo Sud ha lanciato una petizione per evitare la chiusura. «Il Centro Nemo – si legge all’interno della petizione – non può chiudere. La Regione Siciliana non può consentire questo scempio. Nemo è vita per migliaia di famiglie. Non permettiamo anche questa vergogna».

La petizione per salvare il Centro Nemo Sud di Messina

Nelle scorse settimane, l’Università di Messina aveva proposto un nuovo modello di convenzione, che si rifaceva al modello UOSD del Centro Clinico Nemo Pediatrico di Roma, internalizzando i servizi. «La succitata proposta – aveva aggiunto la Fondazione Aurora – è rimasta sempre allo stato embrionale e incompleta di tutta la parte progettuale ed economica.

Nonostante le ripetute richieste di incontro, queste sono rimaste e rimangono tutt’ora disattese. Diventa quindi impossibile accettare di non discutere nel merito i rapporti futuri, assumendoci il rischio che vengano mortificate le professionalità che fino ad oggi hanno reso NeMO SUD un centro di eccellenza siciliano. Per questa ragione, sempre pronti a discutere i termini di un nuovo accordo, Fondazione Aurora ha convocato un incontro la scorsa settimana, in data ed ora definiti in accordo con il Magnifico Rettore. Eppure, né Università né Policlinico hanno presenziato all’incontro».

La Regione Siciliana il 10 maggio aveva annunciato di aver trovato una soluzione “abitativa” per il Centro Nemo Sud. «Alla luce di tale situazione – continuava la nota del Centro –, Fondazione Aurora ha incontrato più volte i vertici della Regione Siciliana confermando la propria volontà di proseguire nella presa in carico degli oltre 5000 pazienti seguiti dal Centro e di tutelare gli operatori del Nemo Sud. La Regione, consapevole dell’importanza del lavoro svolto dalla Fondazione in questi anni, si è impegnata a trovare una soluzione in tempi brevi, manifestando la propria volontà e l’intenzione di non intaccare la qualità del Centro Nemo Sud né i livelli occupazionali che da esso dipendono. Fondazione Aurora desidera quindi rassicurare le famiglie sul continuare a profondere il massimo impegno a non fermare in alcun modo il proseguimento delle attività».

Per firmare la petizione clicca qui.

(679)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Forza Nemo Sud

error: Contenuto protetto.