Sorbello vs De Luca, atto II: il Sindaco riattacca il cartello “asini volanti” a Palazzo Zanca

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Secondo atto dello scontro tra il consigliere comunale Salvatore Sorbello e il sindaco di Messina, Cateno De Luca, che ha riattaccato alla porta della sua stanza di Palazzo Zanca il cartello con su scritto “Vietato l’accesso agli asini volanti”. Sul piede di guerra, il Primo Cittadino, annuncia una querela nei confronti dell’esponente del Consiglio Comunale e sottolinea: «Ho dato disposizione agli uffici di fermare i consiglieri che vengono qui a provocare».

Non è tardata la reazione del sindaco Cateno De Luca al gesto compiuto dal consigliere comunale Salvatore Sorbello che ha staccato il cartello “Vietato l’accesso agli asini volanti” – affisso dal Primo Cittadino a febbraio 2021 come simbolo della sua rottura con il Consiglio Comunale – e l’ha portato all’Arcivescovo. A motivare l’azione dell’esponente del centrodestra messinese, la volontà di «ridare dignità al consiglio comunale».

Il sindaco ha subito annunciato che avrebbe riappeso il cartello, e stamattina lo ha fatto (ovviamente in diretta Facebook): «Ieri è successa una cosa molto bizzarra – ha affermato. C’è stato un consigliere comunale che ha rubato questo divieto, lo ha tolto di forza. Che facciamo? Lo ripristiniamo, chiaramente. Il predetto consigliere comunale ha commesso un furto, mi ha rubato una cosa che è mia. Non solo. È entrato negli uffici con fare provocatorio. C’erano due della Polizia Municipale, addetti alla mia sicurezza, i quali hanno evitato di essere provocati».

Detto questo, il Primo Cittadino ha preso il foglio e lo ha riappeso alla porta che dà sulla sua stanza di Palazzo Zanca: «Ripristiniamo il divieto – ha aggiunto –, anche perché io devo lavorare, mica mi posso mettere appresso agli asini volanti. Chi si configura come asino volante non può entrare. Questa volta gli uffici hanno disposizione di fermare i consiglieri comunali che escono fuori di testa e vengono qui a provocare».

Cateno De Luca, dopo aver letto un documento che attesterebbe la posizione del Segretario Generale, secondo cui appendere un cartello con su scritto “Vietato l’accesso agli asini volanti” all’interno del Palazzo Municipale non violerebbe alcun regolamento, e dopo aver appeso nuovamente il divieto, ha annunciato una querela nei confronti del consigliere Salvatore Sorbello. Diretta chiusa, sipario calato, attendiamo il terzo atto.

cartello asini volanti

(406)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.