Radio Antidoto: tutto quello che una radio sa fare

Chi ha avuto un’esperienza radiofonica – breve o lunga, poco importa – saprà già cosa è in grado di fare una radio. Per chi non lo sa proviamo a spiegarlo in breve. Un po’ come facciamo ogni domenica per raccontarvi il cosmo di Radio Antidoto.

Intanto la radio – a differenza di altri mezzi di comunicazione – non ti mette a confronto con altri ma con te stesso e dà la possibilità di leggerti dal didentro. Poi, ti permette di provare cose diverse. Sarò in grado di parlare di quest’argomento? Per esempio.

Oppure, riuscirò a trasmettere davvero la mia opinione su questa cosa? Quindi va da sé che per fare radio – per farla bene – devi avere un pensiero. Almeno uno. E lo devi saper esprimere, perché sì la scrittura è complessa ma avete mai provato a raccontare ad un amico una storia lunga senza farlo annoiare?

Poi c’è Radio Antidoto

Poi c’è la passione per il linguaggio verbale, per le parole scritte e lette, per quelle recitate, per quelle pensate e condivise, magari in un’edizione tascabile come fa Francesco Rigoni da Torino su Radio Antidoto con il 34esimo episodio di Rigonia.

Poi c’è anche la voglia reinventarsi e inventarsi. Come sta facendo Alessandra Rigano che sta sperimentando l’esperienza radiofonica e ne sta scoprendo le bellezze e le emozioni, che no, un altro strumento non riesce a darti. Perché con la radio sei tu. Sei davvero tu, senza filtri.

Ciao, sono Alessandra e voglio imparare la radio.
L’unico modo che mi viene in mente per impararla è farla.
Perché Radio Antidoto è una radio che quando l’ascolti ti viene voglia di farla. E viceversa.

In questa prima puntata di setup abbiamo capito che se accendo il microfono si sente, che ho bisogno di selezionare dei sottofondi da non violentare e che si può intervistare la gente con i messaggi vocali.

E i futurismi

E poi ci sono le persone – Cris, Bonelli, Giuna, Gio Gio, Mosì, Vittorio, Johnny, Asbesto, Antonia, Diego – che continuano a fare Radio Antidoto e a pensare e a ripensare a nuovi e fantasmagorici modi radiofonici per farci stare bene, nonostante tutto.

Tra poco ci arriveranno le magliette e non vediamo l’ora di indossarle, tutti a distanza ma tutti vicini seduti attorno a Radio Antidoto.

Hai voglia di trasmettere? Sul sito di Radio Antidoto ti spieghiamo come entrare a far parte della radio nata durante la pandemia e che trasmette da tutta Europa.

 

(57)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *