Radio Antidoto: per caso hai una penna in più?

Radio Antidoto. 6 mesi dopo. Chi l’avrebbe detto che saremo stati ancora qui a raccontare di una radio nata in quarantena. Stanno chiudendo tutti, hai sentito l’ultima? In un periodo storico in cui moltissimi sono costretti ad abbassare la saracinesca, Radio Antidoto prosegue il suo cammino.

Sarà che i contenuti non generalisti non interessano a nessuno? Chissà dove andremo a finire. Vedremo dove arriveremo. Rispettare programmi già definiti risulta difficile e anche – per certi versi – abbastanza inutile. Quanti di voi avevamo programmi già fatti e finiti che sono stati spazzati via o per dire rimandati?

Si chiude perché non gira l’economia. Non avere nessun supporto economico – Radio Antidoto nasce come esperimento sociale e no profit – non ci fa demordere. I soldi – come dice qualcuno – non sono tutto. O forse si chiude perché non siamo in grado di reinventare?

Radio Antidoto ha odore di settembre

Poco prima della piccola pausa della scorsa settimana, abbiamo parlato di come Radio Antidoto stia per tornare tra i banchi, come a settembre. Come quando l’estate è finita, la scuola ricomincia all’improvviso e tu sei lì a farti lo zaino per il giorno dopo. Diario, ce l’ho. Penne, una blu e una rossa. Quaderno nuovo, mi manca. Sfidare il futuro è stimolante e allettante. Come quando inizi a scrivere su un quaderno tutto bianco. Chissà che ci sciverai.

Intanto le incursioni proseguono. Specialmente quelle notturne, specialmente quelle di Federico e Alessandro (in foto). Alessandro vive vicino ad Enna e ci ha detto che riprenderà ad allenare i suoi cuccioli. Che ti dicevo.

E mentre Fabio Bruno riprende il suo appuntamento con Pilato in diretta da Lucerna. Noi, qui a Messina domenica 27 settembre vi raccontiamo in diretta streaming la prima edizione del Messina Vinyl Fest al Retronouveau. Neanche è cominciata la scuola e già hai una festa!

Non c’è niente che prometto

Al giusto momento si torna in diretta per raccontare le cose che gli altri non possono vedere. Se hai voglia di raccontare una cosa che non possiamo vedere, scrivici qui. Le onde ti aspettano, tuffati!

 

 

 

(117)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *