Radio Antidoto: esiste un pensiero alternativo?

Alternativo a cosa? Radio Antidoto ci ha dato e continua a darci diversi strumenti per leggere la realtà che viviamo in modo diverso. Lo fa rendendo ogni partecipante attivo e parte integrante delle decisioni.

A quello che sopportiamo sempre. Questa radio è un esempio concreto di come si possa realizzare un nuovo modo di comunicare, privo di violenza, censura, prevaricazione, invidia ed egocentrismo (caratteristiche tipiche di qualsiasi media tradizionale).

Ah… quello…Ma non solo, tramite Radio Antidoto si sono create delle vere e proprie diramazioni di questo nuovo linguaggio. Si sono sviluppati nuovi modi di affrontare il sistema e mettere in campo dei veri antidoti.

Dall’archivio magnetico di Radio Antidoto

Settimana calda e impegnativa quella che si è appena conclusa su Radio Antidoto. Dalle campagne dell’entroterra siciliano passeggiando tra le vigne del Sangiovese Rossese Pigato e Moscato.

In questi sette giorni abbiamo anche festeggiato un compleanno in diretta, ascoltato The Jester Band dalla camera di Vittorio e ci siamo fiondati sulle incursioni musicali di Burning Down Rigonia con Rigoni.

È un palinsesto magnetico e quando ci ritroviamo ad andare a ritroso nel tempo, a ripescare i file dentro il nostro archivio ci accorgiamo di aver dato vita a una narrazione lunghissima, intramezzata da onde, qualche silenzio e moltissima voglia di incontrarci, di nuovo.

Cosa sarà?

Sì, ci capita di pensare a cosa sarà di Radio Antidoto e che futuro vivrà questa radio nata a marzo in piena crisi mondiale.

E quando succede che ci pensiamo, non possiamo fare altro che continuare a stimolare questo nuovo pensiero alternativo, evolvere i nostri contenuti, accendere il microfono e andare in diretta. Se hai anche tu voglia di trasmettere, tuffati! Per scoprire come fare, clicca qui.

(72)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *