Oltre 7mila multe in centro negli ultimi 30 giorni. Tirato il bilancio contro la sosta selvaggia

Pubblicato il alle

5' min di lettura

conferenza multeIl programma di mobilità sostenibile, con particolare riferimento all’attività di repressione delle infrazioni nei punti critici del centro cittadino, è stato presentato oggi a Palazzo Zanca, nel corso di una conferenza stampa, dal sindaco, Renato Accorinti; dal commissario straordinario della Provincia regionale di Messina, Filippo Romano; dall’assessore alla Mobilità e viabilità, Gaetano Cacciola; dai comandanti del Corpo della Polizia municipale, Calogero Ferlisi, e della Polizia provinciale, Antonino Carbonaro; dal dirigente il dipartimento Mobilità, Mario Pizzino; e dal coordinatore della ZTL, Orazio Bruno. “La motivazione, – hanno detto il sindaco Accorinti e l’assessore Cacciola – ovvero la necessità di una svolta in Città per quanto riguarda il rispetto delle regole per una mobilità sostenibile, è il primo punto fondamentale per intraprendere un percorso di miglioramento; il secondo passaggio è conoscere e rispettare i principi della mobilità sostenibile, cioè lasciare l’auto a casa, utilizzare la bicicletta, usufruire dei parcheggi di interscambio per la sosta, prendere i mezzi pubblici, evitare il passaggio dei TIR in città e il carico-scarico merci con mezzi grandi e inquinanti, e in determinate fasce orarie. Intensificare i controlli da parte del Corpo di Polizia municipale non è sufficiente – ha proseguito Cacciola – pertanto è fondamentale avere avviato una collaborazione con la Polizia provinciale e gli ausiliari della sosta, nonché tra Enti e gruppi. Il Cittadino deve essere il primo vigile della propria città e iniziative come quella dell’uso della multa civica da parte di associazioni sono le benvenute. Con la collaborazione del dipartimento Mobilità abbiamo individuato le direttrici e le aree cittadine che necessitano di una costante attività di prevenzione e repressione. Questi interventi saranno prioritariamente destinati ad evitare doppie file e parcheggi ad angolo e in prossimità di scivoli ed in tutte quelle situazione definibili come ”parcheggio selvaggio”. Inoltre, sono state evidenziate le specifiche competenze e gli ambiti territoriali degli organismi che parteciperanno al programma, in particolare sono state identificate undici vie o aree nevralgiche e per ciascuna sono stati indicati i corpi o gruppi che provvederanno all’attività di prevenzione e repressione. Questo programma – ha concluso Cacciola – sarà sempre in progress, aggiungendo o eliminando vie o aree; non ci saranno presenze giornaliere su tutte le strade e stabiliremo degli incontri per effettuare verifiche settimanali”. Nel dettaglio si tratta di via Cavour, punti cruciali, dall’ufficio postale al liceo Maurolico, presenze richieste Polizia Provinciale e ausiliari della sosta; via S. Cecilia, incrocio con via dei Mille, Polizia Provinciale e ausiliari della sosta; via Garibaldi, da viale Boccetta e via Cesare Battisti, incrocio via Garibaldi con via Cesare Battisti, tutta la via Cesare Battisti tra le vie Garibaldi e Tommaso Cannizzaro, di competenza della Polizia Municipale e degli ausiliari della sosta; via Catania, Cimitero e mercato Vascone (mattina), Provinciale (sera), Polizia Municipale; viale San Martino, da villa Dante all’isola pedonale, punti cruciali, tutta l’area, presente la Polizia Municipale; viale Europa, da via Catania a via La Farina, e via La Farina, da viale Europa alla Stazione, in particolare la via La Farina, controlli della Polizia Municipale; via Tommaso Cannizzaro alta, da viale Principe Umberto alla via XXIV Maggio, tutta la zona, presente la Polizia Municipale; via Tommaso Cannizzaro, da via Cesare Battisti alla vie La Farina e I Settembre, punti cruciali via I Settembre, tra via Garibaldi e viale S. Martino, via Tommaso Cannizzaro all’incrocio con la via Ugo Bassi, controlli della Polizia Municipale e ausiliari della sosta; via Ugo Bassi, dalla via Santa Cecilia a via Tommaso Cannizzaro, punti nevralgici da via Maddalena a via Tommaso Cannizzaro, presenti ausiliari della sosta e una pattuglia dei vigili urbani (dinamica); via Centonze, da via Garibaldi a via S. Cecilia, incrocio con la via Tommaso Cannizzaro, ausiliari della sosta con i vigili urbani (dinamica); isola pedonale, punti cruciali i varchi di ingresso e uscita, che saranno controllati dai vigili urbani con auto elettrica. Gli ausiliari della sosta danno un importante contributo all’attività di prevenzione e repressione delle doppie file e parcheggi ad angolo, che intralciano la normale fruizione degli stalli a pagamento. Sarà utilizzato anche l’eye scout della Polizia Municipale, concordando i percorsi giornalieri. Complessivamente ci saranno almeno otto pattuglie della Polizia municipale (4 per turno), quattro della Polizia provinciale (2 per turno) e quaranta ausiliari della sosta (20 per turno). La Polizia municipale ha elevato, da lunedì 1 dicembre ad oggi, festivi esclusi, 2.601 verbali (1631 con le pattuglie e 970 con l’eye scout) e precedentemente, dal 17 novembre, 2400; l’ATM, dall’1 al 12 dicembre, 1793 per la mancata esposizione del Gratta e sosta e per le doppie file; la Polizia provinciale, 409, dall’1 al 12 dicembre.

(50)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.