Oggi Messina è più pulita: l’associazione “isamupubbirazzu” spazza via i rifiuti da villaggio UNRRA

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Strada sporca che vedi, volontari armati di scope che trovi. Succede a Messina, al Villaggio U.N.R.R.A CASAS, tra Contesse e San Filippo. Succede che un gruppo di volontari dell‘Associazione #isamupubbirazzu – nata nel 2018 – decide di ripulire la zona, degradata e deturpata dai rifiuti.

L’obiettivo di #isamupubbirazzu è proprio quello di promuovere civiltà e senso di appartenenza al territorio. «Basta munnizza – scrive l’Associazione – vogliamo contagiare tutta Messina con il virus dell’Educazione Civica. Da due anni, grazie all’instancabile impegno dei suoi volontari, l’associazione ha cambiato il volto di Villaggio U.N.R.R.A. CASAS, restituendo decoro e pulizia laddove un tempo regnavano degrado e incuria».

Via i rifiuti da Messina

#isamupubbirazzu non è la prima (e non sarà di certo l’ultima) associazione di cittadini volontari che armati di ramazza e guanti ripuliscono alcune zone di Messina.

«Ogni intervento di pulizia – continuano i volontari – si svolge in collaborazione con il Comune di Messina, il secondo quartiere e il supporto logistico di MessinaServizi Bene Comune, che mette a disposizione dell’associazione il materiale necessario per pulire strade, aiuole e piazze della città».

Assolutamente meritevole l’impegno dei volontari che si prendono cura della città e dei quartieri ma a cosa servono le tasse sui rifiuti che sempre gli stessi volontari pagano?

Ripartire dal basso, come diceva qualcuno tanto tempo, significa avere cura degli spazi ma non vuol dire – a nostro parere – sostituirsi ai servizi che un’Amministrazione dovrebbe fornire e garantire in modo costante e continuativo a tutti i cittadini.

Come nasce #isamupubbirazzu

L’associazione nasce nell’estate del 2018 su iniziativa di Alessandro Brigandì. «Vedere le strade sporche – dice Alessandro – non poteva lasciarci indifferenti e da cittadini abbiamo sentito il dovere di intervenire per ripulire il nostro quartiere, tirandoci su le maniche e mettendoci faccia e muscoli.

I volontari autofinanziano gli interventi di pulizia mediante la vendita di magliette e felpe riportanti il logo dell’associazione. Nel nostro piccolo cerchiamo di rendere più pulita e vivibile la nostra città, ma molto dipende dai nostri concittadini.

Spesso l’ostacolo principale è la mancanza di educazione e senso civico. Abbiamo deciso di metterci in gioco e vedere i frutti del nostro lavoro ci riempie di orgoglio e soddisfazione. Gli anni che ho trascorso al Nord mi hanno dato consapevolezza del fatto che trovare una strada pulita ti induce a rispettare di più le regole di educazione civica».

Prossimi interventi di pulizia

I volontari di #isamupubbirazzu hanno intenzione di aumentare gli interventi in città e di estendere il raggio d’azione, coinvolgendo più cittadini possibile per ripulire Messina dai rifiuti, con attenzione particolare agli spazi verdi urbani dedicati ai bambini e agli anziani.

«Il nostro non è un lavoro straordinario: per noi è normale che i cittadini collaborino per mantenere pulita la città. Chiunque può unirsi a noi, contribuendo anche economicamente alla nostra causa, ad esempio finanziando i nostri interventi di pulizia pubblica.

La nostra è un’azione di protesta contro la mentalità arrendevole dei cittadini, rassegnati al fatto che nulla possa cambiare, che sia normale che le nostre strade debbano essere stracolme di erbacce. Per questo riteniamo che la collaborazione di tutti sia fondamentale».

Il 4 dicembre alle 8.00 intervento di Pulizia presso la Piazzetta antistante l’ex scalo ferroviario al Villaggio U.N.R.R.A.CASAS.

(262)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.