nuovo digitale terrestre

Digitale terrestre: dal 20 ottobre “switch off” in Sicilia, alcuni canali visibili solo in HD

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Alla fine è arrivato. Dopo paventati rinvii, incertezze e ulteriori prolungamenti la fase uno dello “switch off” del nuovo digitale terrestre è partita in tutta Italia, Sicilia compresa.

Da oggi, 20 ottobre 2021, alcuni canali non saranno più visibili poiché sostituiranno la codifica MPEG-2 con la codifica MPEG-4. In poche parole, cesseranno le trasmissioni a definizione standard (SDTV) per passare definitivamente all’HD.

Si tratta di una lista ridotta, ma che fa da apripista alla rivoluzione televisiva voluta dal governo e che terminerà nel 2023.

Nuovo digitale terrestre: la lista dei canali oscurati dal 20 ottobre

I canali della TV pubblica e privata che da subito scompariranno dalle frequenze televisive sono per il momento 15, 9 RAI e 6 Mediaset. Lo switch off è previsto anche per i canali principali delle emittenti, ma inizialmente saranno quelli secondari ad abbandonare lo MPEG-2 in favore dello MPEG-4. Ecco quali:

RAI

  • Rai 4;
  • Rai 5;
  • Rai Movie;
  • Rai YoYo;
  • Rai Sport +;
  • Rai Storia;
  • Rai Gulp;
  • Rai Premium;
  • Rai Scuola.

MEDIASET

  • TGCOM24;
  • Italia 2;
  • Boing Plus;
  • Radio 105;
  • R101 TV;
  • Virgin Radio TV.

Nuovo digitale terrestre: il calendario dello switch off

Come preannunciato, lo spegnimento delle vecchie frequenze durerà diversi anni, in modo da permettere a chiunque ne avesse bisogno di sostituire il precedente apparecchio con uno nuovo.

La data per l’introduzione a livello nazionale del sistema Dvbt-2 (attualmente è presente il Dvb-T1) è il 1 gennaio 2023, ma il passaggio sarà graduale, già a partire da oggi. Di seguito il calendario regione per regione:

  • 1 settembre 2021 – 31 dicembre 2021: Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia (eccetto la provincia di Mantova), Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna (eccetto la provincia di Piacenza);
  • 1 gennaio 2022 – 31 marzo 2022: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna
  • 1 aprile 2022 – 20 giugno 2022: Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata; Abruzzo, Molise, Marche.

Bonus rottamazione TV 2021: come fare per ottenerlo

Secondo alcune stime, sarebbero diversi milioni gli italiani che non possiedono un televisore compatibile con il nuovo digitale terrestre.

Grazie al decreto del 5 luglio 2021, tutti i cittadini, quindi senza limiti di ISEE, che dovranno cambiare la TV potranno usufruire di uno sconto del 20% a fronte della rottamazione di una TV qualsiasi acquistata prima del 2018.

Per ottenere il bonus è necessario compilare un’autodichiarazione da presentare al rivenditore o all’isola ecologica che effettuerà la rottamazione del televisore. Qui si può vedere l’elenco completo dei requisiti.

Come vedere se la tv è predisposta al nuovo digitale terrestre

Prima di procedere all’acquisto si raccomanda di fare una ricerca canali aggiornata con i canali Test HEVC Main 10 (100 per RAI, 200 Mediaset). Sui televisori pronti al nuovo digitale terrestre comparirà una schermata blu con riquadro bianco e la scritta “Test HEVC Main10”, mentre in caso di schermo nero o mancata decodifica la TV andrà sostituita.

(3285)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.