villa lina 3

No riscaldamenti, palestra e mensa. Umidità nelle aule. La scuola di Villa Lina nel degrado

Pubblicato il alle

2' min di lettura

villa lina 3villa lina 5La scuola di Villa Lina vera in pessime condizioni. A confermarlo, il sopralluogo che ieri hanno effettuato nel plesso scolastico la presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile; il consigliere comunale, Carlo Abbate; i consiglieri della V circoscrizione Bucalo, Fama, Tavilla, D’Alì, Cutè, Laimo, Cannistraci, Giubbrone e  Barbera, alla presenza di una numerosa rappresentanza di genitori, i quali, nei giorni scorsi avevano esternato le proprie lamentele al Consiglio di Circoscrizione.

Parte del plesso è fuori uso e inaccessibile agli studenti a causa delle numerose infiltrazioni di acqua che hanno causato il cedimento dei pannelli del controsoffitto; chiusi e non fruibili anche ampi locali che villa lina 1fungono da sala mensa, auditorium e palestra.

Ma non è tutto: l’impianto di riscaldamento non funziona e il freddo e l’umido, dovuto alle infiltrazioni, risultano ancora più intensi.

Erbacce e materiale di risulta nel cortile intorno al plesso, oltre ad alcuni pluviali divelti, che pregiudicano le condizioni igienico-sanitarie, completano il quadro.

I bambini effettuano orario prolungato giornalmente e non essendo in funzione il servizio mensa pranzano quotidianamente in aula con il classico panino.

La Direzione didattica ha ripetutamente segnalato, nei mesi scorsi, i gravi disagi che la scuola affronta all’Amministrazione Comunale. Ancora, nessuna risposta.

Queste proteste da parte dei genitori sono all’ordine del giorno nelle scuole della nostra città da Sud a Nord.

I consiglieri sanno bene che le risorse disponibili non sono sufficienti per effettuare adeguatamente la manutenzione che l’edilizia scolastica richiede, ma denunciano da parte di questa Amministrazione una mancanza di attenzione verso il pianeta scuola.  

«Mentre viene riconosciuta – scrivono in una nota – l’importanza che la scuola riveste per la crescita e la formazione dei giovani, nei fatti questa Amministrazione non ha effettuato alcuna programmazione degli interventi prioritari da espletare e mostra i propri limiti nell’organizzare e coordinare gli interventi necessari da parte degli uffici preposti per offrire un luogo sicuro e confortevole per il miglior espletamento della didattica scolastica».

I  consiglieri hanno immediatamente sollecitato gli uffici preposti e già lunedì saranno effettuati i primi interventi. Inoltre, chiedono al Sindaco e all’Assessore al ramo di visitare il plesso scolastico per rendersi conto delle gravi condizioni che lo riguardano.

(136)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.